Inizia l’ era del #Goodbye3 e tutto parte, com’ è giusto che sia, con la testa dell’ azienda. Il capo assoluto che in questi anni ha rappresentato i cinesi di 3 nel Bel Paese. Vincenzo Novari lascia il posto di amministratore delegato di 3, ormai prossima all’ incorporazione nella nuova joint venture nata dalla fusione con Wind.

Tutte le notizie aggiornate sulla fusione tra 3 e Wind le trovate a questo link.

Novari è un romanticone e nelle scorse ore ha diffuso un lungo messaggio dal sapore un po’ nostalgico. E la notizia, arriva prima da Facebook. I social sono sempre stati, fin dagli inizi, lo strumento preferito dall’ AD Novari.

Vincenzo Novari goodbye 3
3 Italia. Iniziano i saluti. Il primo addio, in preparazione del lancio della nuova compagnia, è quello Vincenzo Novari, storico amministratore delegato.

Si può dire tutto di Vincenzo Novari ma non che non ci abbia messo la faccia. Oggi viene sostituito alla guida della nuova company, nata dalla fusione con Wind, dall’ AD di quest’ ultima, Ibarra.

E’ il primo segnale d’ avvio della fase, probabilmente lunga del #Goodbye3. Presto il matrimonio darà un volto completamente nuovo sia a 3 che a Wind (in questo post facciamo il punto della situazione sulla fusione).

La vita professionale di Novari, almeno negli ultimi 16 anni, corrisponde immancabilmente a quella del brand 3. Sia nei suoi momenti più alti ma anche, soprattutto, in quelli più bassi, Novari è sempre stato in prima linea. A volte a difendere, altre volte a spiegare. Altre ancora, ne va dato merito, a scusarsi, riconoscendo gli errori di un’ azienda giovane e spesso con fare ardimentoso.

Novari ha ovviamente anche gongolato, contribuendo al successo di un progetto innovativo (magari a tratti anche troppo innovativo) che è ed è stata 3 Italia. Un soggetto che ha faticato a conquistarsi una giusta fetta del mercato italiano mobile ma che comunque ne ha dettato le regole. Nel campo dell’ innovazione e ancora di più dei prezzi.

A beneficiare di 3 Italia e del lavoro di Novari, sono stati tutti gli utenti mobili, non solo quelli con la sim di H3G. Tutti hanno potuto godere di tariffe più economiche e pacchetti dati più generosi, grazie alla spinta di questa instancabile truppa, mezza cinese, mezza italiana che è stata un pezzo importante di storia della telefonia italiana.

Possibile, anzi probabile che Vincenzo Novari trovi posto nella nuova società fifty fifty tra Vimpelcom e Hutchison Whampoa. Altrimenti di certo non faticherà a trovare altra occupazione.

Per il momento però, si chiude un capitolo. Suo, professionale, umano. E nostro. Che avevamo imparato ad amare i suoi tweet e l’ amore e la fedeltà ad un marchio che pian piano è diventato patrimonio di tutti.

Dalla redazione di UpGo.news i saluti a Vincenzo Novari e a tutta la squadra di 3 Italia. Buon nuovo inizio!


Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here