Amici, Maria De Filippi e la capacità di catalizzare l’ attenzione mediatica. Amici esiste da 17 anni. L’Amici attuale, quello che domina le classifiche, il talent show che piazza puntualmente almeno un paio di talenti nuovi nella scena discografica italiana, a dire il vero, esiste dal 2008, con la vittoria di Marco Carta, il primo ad imporsi veramente nelle classifiche, nell’airplay radiofonico e sul mercato.

Amici di Maria De Filippi
Maria De Filippi, la regina del trash veste i panni della televisione di pubblica utilità. I ragazzi di Amici lavano le strade di Roma e a Uomini e Donne ora si trova lavoro.

Non parliamo, però, di musica, restiamo sul tema tv. Amici, come tutti i talent show che si rispettino, è un programma televisivo e, in quanto tale, necessita di dinamiche che tengano vivo e alto l’interesse del pubblico.

L’anno nuovo è iniziato con un provvedimento disciplinare che non ha avuto precedenti nella storia del programma e nemmeno per quanto concerne i talent show in generale, andando celermente a ritroso con la memoria.

I ragazzi che compongono l’attuale classe di Amici, infatti, dopo un festino organizzato nell’hotel che li ospita, sono stati costretti a prendere parte a lavori socialmente utili, affiancando l’AMA Roma nella pulizia notturna delle strade della Capitale, in un’iniziativa che ha avuto anche il beneplacito immediato della sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Le polemiche non sono mancate, anche dal punto di vista politico. Il punto, però, è un altro. Maria De Filippi, anche in quest’occasione, ha dimostrato che saper attirare l’attenzione verso i propri format, non più freschi e giovanissimi, è un compito che non le risulta affatto arduo.

Nel corso degli anni, Amici ha subito tantissime modifiche per quanto concerne il regolamento e le categorie in gara: agli inizi, c’era la recitazione e c’erano anche i musical; successivamente, è stato dato spazio a cantautori, gruppi, crew, ballerini latinoamericani, rapper, cantanti lirici. In questo caso, però, non si tratta di apportare cambiamenti strutturali che, a distanza di tantissimi anni, risulterebbero anche naturali e fisiologici.

In quest’occasione, si sta parlando di come sfruttare l’attimo per riuscire a catalizzare l’attenzione dei media su un prodotto che, proprio perché “vecchio” o perlomeno datato, la stampa potrebbe dare oramai per scontato.

La scelta di Maria De Filippi di “rieducare” gli allievi inclini a commettere qualche bravata, a causa della giovane età e dell’entusiasmo causato loro dalla consapevolezza di essere diventati popolari e di essere vicini a trasformare la loro passione in un lavoro, può essere analizzata in tantissimi modi, anche dal punto di vista pedagogico oltre che politico o sociale.

Come già anticipato, le polemiche non sono mancate. Il dato di fatto oggettivo, però, è che la decisione in questione ha fatto parlare di sé, regalando ulteriore attenzione mediatica al programma, anche su quella parte di stampa non prettamente televisiva.

E non si è trattato di un mezzuccio, tutt’altro. Questo è sicuramente il merito principale. Anche per quanto riguarda Uomini e Donne, il programma in onda su Canale 5 da lunedì a venerdì (e su Witty Tv), ad esempio, Maria De Filippi ha deciso di inserire nelle puntate dedicate al Trono Over, uno spazio sociale dedicato a persone in cerca di lavoro o ad aziende che offrono posti di lavoro.

In un contesto storico come quello che stiamo vivendo, è inutile aggiungere altro. Maria De Filippi, nel corso dell’ultimo decennio, ha ricevuto feroci critiche per quanto concerne la qualità della sua televisione e degli effetti di essa sull’italiano medio.

La conduttrice e produttrice ha dimostrato che le critiche non le scivolano addosso ma, invece, di giocarsi la carta del vittimismo, ha deciso di trasformare i giudizi negativi in opportunità.

Con i ragazzi di Amici vestiti con la tuta dell’AMA e intenti a pulire le strade di Roma, nessuno potrà più affermare che Amici è un talent show vacuo e illusorio. Con la novità apportata a Uomini e Donne, la De Filippi ha rivendicato l’utilità anche di questo programma giudicato da sempre tra i più trash mai visti in televisione. Amici esiste da 17 anni. Ma non li dimostra. Guarda anche: MasterChef: Perché tutti odiano la Klugmann e i programmi top e flop del 2017

SHARE

Lascia un tuo commento