Oggi parliamo un po’ più nello specifico di una delle serie più interessanti che si possono trovare sul catalogo di Netflix: Black Mirror. È da poco uscita la quarta stagione, composta da sei episodi. Ecco la nostra recensione su Black Mirror 4.

Black Mirror 4
Giovanni Garassino su UpGo.news. Ecco la recensione della quarta stagione di Black Mirror

Per chi non la conoscesse Balck Mirror è una serie antologica (gli scenari e i personaggi sono diversi ad ogni episodio) britannica, prodotta e ideata da Charlie Brooker a partire dal 2011. Il genere della serie non è facilmente inquadrabile, ma parliamo di un’opera incentrata principalmente su futuri distopici (con quasi sempre tecnologie molto più avanzate delle nostre) in cui si sviluppano delle storie principalmente di genere drammatico o thriller.

Guarda anche: The Big Bang Theory in streaming. Ecco dove

Questa serie è diventata nota per avere delle puntate davvero forti, sotto ogni aspetto. Alla fine di ogni episodio, mi capitava sempre di fermarmi a riflettere. I temi trattati sono i più svariati, ma mettono sempre lo spettatore davanti a delle realtà crude, dalla quali si evidenziano tutti i lati peggiori dell’essere umano.

Quello che colpiva in questa serie, infatti, non erano i futuri distopici che vengono presentati, ma le reazioni degli esseri umani. Queste, benché esagerate ed adeguate ad un contesto spesso di fantascienza (limitato alla tecnologia di tutti i giorni peró, non aspettatevi le astronavi e le spade laser 😉 ), si possono riscontrare anche nel nostro mondo.

Unito al lato contenutistico, c’è anche una regia decisamente accattivante e uno sviluppo degli intrecci ottimo, che porta spesso ad un finale con un piccolo colpo di scena. Personalmente trovo questa serie uno dei prodotti per il piccolo schermo migliori del panorama mondiale.

Però questa quarta stagione, a mio avviso, è stata una delusione. Come la terza presenta sei episodi, ma quelli di livello sono davvero pochi. Alcune puntante sono davvero prevedibili e fin dalle prime battute si capisce dove il tutto andrà a parare.

Ho anche riscontrato una flessione sulle idee, non più così brillanti come nelle prime stagioni. Molti episodi sembrano ispirati ad altri già visti in passato e non riescono ad essere ugualmente memorabili.

Black Mirror 4 è una brutta serie quindi? Assolutamente no. È una serie di livello alto, con alcune puntate davvero ottime, che però semplicemente non riesce a mantenersi sui livelli delle stagioni precedenti. La consiglio a tutti, anche ai fan della saga, e se qualcuno non ha ancora visto Black Mirror, gli consiglio di cominciare da questa stagione, per arrivare alle prime stagioni e goderle al massimo.

Concludo con una riflessione: quando finiscono le idee è il caso di continuare e magari rovinare un brand? Non è ancora il caso di Balck Mirror, ma sarebbe meglio non arrivare a questo punto.

Un saluto a tutti e alla prossima! Restate sintonizzati su UpGo.News per tutte le novità sul mondo di Netflix e della tv digitale.

SHARE

Lascia un tuo commento