Home » Ambienti digitali » Telegram. Ma dove si vedono le pubblicità?

Telegram. Ma dove si vedono le pubblicità?

Telegram dove si vedono le pubblicità

In questi giorni Telegram ha ufficialmente introdotto la pubblicità all’interno della propria piattaforma. Una svolta epocale per l’app libera e gratuita per eccellenza. Ma attenzione, Telegram, non si trasformerà in Facebook. Le caratteristiche delle Telegram Ads sono molto molto diverse. Ecco come e dove vediamo oggi le pubblicità di Telegram.

La pubblicità in Telegram servirà per mantenere vivo l’intero ecosistema che ormai diffusissimo, inizia ad avere costi giganteschi. Di questo ed altre novità dell’universo Telegram continueremo a discutere sul nostro Canale tematico UpGogram, il primo canale italiano dedicato solo a Telegram. Potete unirvi al canale da questo link: https://t.me/upgogram

Dove si vede la pubblicità di Telegram

Gli spot Telegram non si vedranno in ogni angolo della piattaforma e non saranno invasivi. Sono già partiti da molte ore eppure la maggior parte degli utenti ancora non ha intercettato una pubblicità su Telegram. Le ads Telegram sono infatti per il momento riservate ai canali con più di 1000 iscritti. Quindi ai canali con un po’ più di pubblico. E sono pubblicità molto poco invadenti (tra poco vedremo meglio questo punto). Subito però è importante sottolineare che non c’è possibilità alcuna di intravedere inserzioni pubblicitarie all’interno dei messaggi one to one (quindi quando usiamo Telegram come semplice app per inviare messaggi e chattare) e non c’è alcuna possibilità di vedere le ads Telegram all’interno dei gruppi di discussione.

Solo, ed esclusivamente, all’interno dei canali. E solo su quelli con più di 1000 iscritti.

Come sono le pubblicità di Telegram

Screenshot della piattaforma pubblicitaria Telegram

Lo abbiamo scritto all’inizio: non aspettatevi Facebook. Telegram resterà prima di tutto attenta alla privacy e alla sicurezza dei propri utenti. Le ads non si basano quindi sulla profilazione degli utenti. Ma semplicemente sui contenuti del canale. È l’inserzionista quindi a poter indicare su quale categoria di canale inserire il proprio messaggio. Annuncio che non rimanderà a link esterni e quindi non sarà invasivo.

Gli annunci delle Telegram Ads sono dei semplici messaggi che rimandano molto chiaramente ad altri canali presenti su Telegram. Insomma altro non sono che un modo per far conoscere un canale nuovo ad un pubblico già fidelizzato ad un’altra community. Almeno così è in questa prima embrionale versione della piattaforma pubblicitaria tanto attesa.

Per il momento la piattaforma adv di Telegram è aperta solamente agli investitori più importanti perché si parte da 1 milione di euro per poter inserire i propri annunci che sono erogati in modalità CPM. Significa che l’inserzionista paga solamente il numero di visualizzazioni reali del proprio annuncio testuale.

Cosa ne pensate della nuova piattaforma pubblicitaria di Telegram? Il meccanismo di funzionamento vi convince? Fatecelo sapere commentando sul nostro Canale Telegram tematico UpGogram.


Foto dell'autore
Virgilio Milano è dal 2018 la firma numero uno di UpGo.news. Oggi Virgilio Milano cura per UpGo.news le notizie e gli approfondimenti, studiando gli interessi degli utenti della community, rispondendo alle domande e interagendo sui canali social. Virgilio Milano è anche responsabile del coordinamento contenuti per 4Fan.it.

Lascia un commento