Home » UpGo Next » Clip » Facebook e Instagram a pagamento

Facebook e Instagram a pagamento

Vi immaginate se Facebook ed Instagram vi chiedessero un abbonamento mensile? Ecco, fermi tutti, perché sta per succedere. Ve lo raccontiamo nel video short qui sotto. Quindi cliccate su Play e buon ascolto.

Vi ricordiamo che per restare aggiornati sui nostri contenuti il modo migliore è quello di iscrivervi al canale Telegram UpGo.news. Potete farlo direttamente da qui.

Il contesto europeo e le motivazioni di Meta

L’Europa è sempre stata in prima linea nella protezione dei diritti degli utenti online. Recentemente, le normative europee, come il Digital Services Act, hanno posto l’accento sulla privacy, la trasparenza e l’utilizzo dei dati degli utenti. Questa crescente attenzione ha reso l’erogazione di pubblicità personalizzata, fonte primaria di revenue per Meta, sempre più complessa. Di conseguenza, Meta è stata multata per 390 milioni di euro per non aver rispettato gli obblighi di trasparenza nella pubblicità personalizzata.

Cosa cambia per gli utenti?

Con le nuove proposte, gli utenti avranno la possibilità di scegliere tra una versione gratuita di Facebook e Instagram, con annunci pubblicitari personalizzati, o una versione a pagamento, completamente priva di pubblicità, similmente a quanto fatto da Netflix introducendo spot nel suo piano base. Questa mossa potrebbe rappresentare un cambiamento radicale nel modo in cui si interagisce con questi social. La domanda sorge spontanea: è davvero questo che vogliono le persone?

I costi previsti e il nuovo modello di business

Secondo alcune indiscrezioni, se un utente decidesse di optare per la versione senza pubblicità, il costo mensile sarebbe di 10 euro per l’accesso da desktop e di 13 euro per l’accesso da dispositivi mobili, a causa delle commissioni aggiuntive di Apple e Google. E se si hanno più account? Ogni account aggiuntivo avrà un costo di 6 euro. Questa mossa rappresenterebbe un cambiamento significativo, poiché il mantra “Facebook è gratis e lo sarà per sempre” sembrava essere immutabile. Ma si tratta di un escamotage o di un vero cambio di rotta nel modello di business di Meta? Al momento siamo ancora nel campo delle ipotesi e non riusciamo a rispondere a questa domanda.

La reazione del mercato, degli utenti e l’evoluzione dei social media

Le proposte di Meta hanno sollevato un vespaio di reazioni nel panorama digitale. Da un lato, questa mossa sembra un tentativo di Meta di conformarsi alle normative europee garantendo una maggiore privacy; dall’altro, sembra suggerire che la privacy ha un prezzo. Insomma, la questione è delicata e non va sicuramente presa alla leggera. In un mondo telco e digitale, dove la concorrenza è feroce, sarà interessante vedere come si evolverà la situazione.

Ma Facebook e Instagram non sono gli unici a considerare l’idea di versioni a pagamento. Elon Musk ha recentemente accennato alla possibilità di rendere X-Twitter completamente a pagamento, e anche TikTok sta esplorando una versione senza pubblicità. Questi cambiamenti potrebbero segnare l’inizio di una nuova era per i social media, in cui il modello di business gratuito sostenuto dalla pubblicità potrebbe essere sostituito da abbonamenti a pagamento, spostando una serie di equilibri che fino ad oggi hanno decretato il successo di queste piattaforme.

Conclusioni

Poiché il mondo digitale riflette la nostra società, esso è in continua evoluzione e le piattaforme social sono al centro di questo cambiamento. La proposta di Meta di rendere Facebook e Instagram parzialmente a pagamento potrebbe rappresentare una svolta. Ma una cosa è certa: in un mondo sempre più connesso, la chiarezza, la semplicità e l’accessibilità delle informazioni rimarranno sempre al centro delle esigenze delle persone. E voi, paghereste per un Facebook e Instagram senza pubblicità? Fateci sapere cosa ne pensate.


Foto dell'autore
La redazione di UpGo.news è composta da un team di blogger, esperti e analisti appassionati. La squadra vanta delle figure fisse e di alcune collaborazioni esterne. Tutti i contenuti prodotti dal team di UpGo.news sono 100% originali e inediti.

6 commenti su “Facebook e Instagram a pagamento”

Lascia un commento