Il nuovo servizio tv social di Facebook si chiama semplicemente Watch e stando ai primi contenuti lanciati per ora solo negli Stati Uniti, sembra ufficialmente lanciata la sfida ai grandi colossi dello streaming on line come Youtube, Netflix e ancora le nascenti piattaforme televisive di Amazon ed Apple. E ovviamente ai grandi broadcaster tradizionali. Ma la marcia in più del social network di Zuckerberg sembra essere l’aspetto social, personale e personalizzabile di tutti i contenuti con la possibilità di ottenere degli introiti economici.

Facebook Watch
Facebook Watch. Per il momento i contenuti sono gratuiti ma nel futuro Watch potrebbe diventare un concorrente di Netflix. Che cos’ é Facebook Watch?

Al momento Facebook Watch sta mettendo a disposizione ogni genere di contenuto video, dalle serie tv agli spettacoli dal vivo, nel corso dei quali i telespettatori possono interagire in tempo reale con gli ospiti in studio. Già questo aspetto basta da sé a far comprendere le infinite potenzialità di questo nuovo servizio rispetto a tutti gli altri.

Watch al momento è accessibile tramite browser, app per il mobile e per le smart tv.

Altri eventi già disponibili sulla piattaforma sono incontri di baseball e altri eventi sportivi anche di una certa portata. Molto cliccato il dietro le quinte sul Real Madrid con i commenti dell’attore Orlando Bloom.

La piattaforma suggerirà ai propri utenti di volta in volta i contenuti più affini ai loro gusti e in base alle loro scelte, gli utenti possono partecipare in tempo reale a questi video, partecipare a gruppi dedicati ad un determinato evento live. Un’opportunità per tutto quel pubblico giovane ormai completamente disaffezionato alla tv tradizionale e ai palinsesti fissi e rigidi.

A questo punto le altre piattaforme dovranno in qualche modo adeguarsi per rendere i propri contenuti non solo più esclusivi e unici ma rendere maggiormente partecipe l’utente nella scelta del proprio palinsesto personale.

Ma Facebook Watch rimarrà una piattaforma gratuita che si regge sulle pubblicità oppure un giorno si dovrà sottoscrivere un abbonamento per accedervi? Per ora tutto resta ancora da testare. Bisognerà vedere sul lungo periodo se l’ appeal del servizio resterà lo stesso e soprattutto se si svilupperà sia negli States ma anche negli altri paesi, come valida alternativa ai media già citati.

Inoltre secondo un recente studio di eMarketer, Facebook sta perdendo molto appeal sul pubblico giovane che sembra prediligere oggi piattaforme alternative come Snapchat e Instagram. Quindi con Watch, uno degli intenti è proprio quello di riportare giovani e giovanissimi a caccia di piccole e grandi eventi seguendo i loro contenuti preferiti o, perché no, producendoli da sé.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here