Qualche settimana fa abbiamo parlato dello spot di Fastweb in cui veniva pubblicizzata per la prima volta in Italia la rete 5G. Come dicevamo in quell’occasione “… nonostante il richiamo al marchio 5G, ci sarà da aspettare ancora qualche anno per testare realmente sul pubblico questa tecnologia“.

Fastweb 5 Ready
Fastweb e il 5G che ancora non esiste. L’ autorità per la pubblicità impone il blocco degli spot “Fastweb 5G ready”

E nel frattempo Vodafone e Telecom hanno presentato un ricorso contro questi spot relativi al servizio di connessione 5G Ready. E l’organo dell’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, che si occupa di regolamentazione della comunicazione commerciale, il Giurì Iap, lo ha accolto negli scorsi giorni, ergo la pubblicità 5G ready di Fastweb dovrà cessare.

Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, “dichiara che nelle comunicazioni commerciali di Fastweb il claim ‘5G ready’ è in contrasto con l’art. 2 CA (Codice di autodisciplina, ndr) e in questi limiti ne ordina la cessazione”. Al centro del problema sarebbero i messaggi “5G” e “Siamo pronti per il 5G”.

Nei prossimi giorni verranno comunicate le motivazioni di questo esito. Intanto è arrivata la replica di Fastweb che ha ribadito a CorCom come “l’espressione 5G Ready si riferisse correttamente all’infrastruttura, non alla disponibilità del servizio mobile di quinta generazione”.

La società comunque ha ribadito come “disponga di tutti gli elementi di rete per implementare rapidamente il 5G: la rete in fibra ottica, i cabinet in cui installare le small cells, le frequenze”. Questa infrastruttura dovrebbe garantire a Fastweb “un vantaggio unico rispetto agli altri concorrenti che le consentirà di avviare servizi 5G entro il 2020 nelle principali città”.

Fastweb, infine ha ribadito che l’espressione 5Gready si riferiva proprio alle potenzialità di cui può disporre l’infrastruttura della compagnia che permetterà alla stessa di essere una delle prime a diffondere i servizi 5G nel nostro Paese.

Vedremo nei prossimi giorni quali saranno le motivazioni del Giurì Iap e come si muoverà Fastweb. La compagnia svizzera, dopo le vicende su Wind Tre e Free, è in questo periodo particolarmente attiva e vivace.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here