L’Italia è indietro sotto molti punti di vista ma quello della digitalizzazione è certamente uno degli scalini che si trovano ancora troppo in alto per il nostro paese, se pensiamo a quanto sia scarsa e poco stabile e veloce la rete internet cosi come è molto scarsa la digitalizzazione delle scuole italiane che segue gioco forza l’arretratezza generale, la collaborazione stretta tra Microsoft e Fastweb mira a colmare un divario ancora molto ampio rispetto agli altri paesi europei.

Microsoft e Fastweb
Alleanza tra Microsoft e Fastweb per digitalizzare le scuole italiane.

Sia Fastweb che Microsoft ovviamente non hanno bisogno di presentazioni, quindi una loro partnership viene necessariamente salutata in maniera positiva e di buon auspicio per lo sviluppo tecnologico del nostro paese.

Le due aziende quindi metteranno insieme infrastrutture e know how reciproci per offrire alle scuole italiane offerte e servizi per per ampliare la rete a banda larga insieme con una serie di servizi innovativi.

Con FASTSchool, l’operatore telefonico mette a disposizione un’offerta integrata che si compone di servizi voce, connettività a banda larga, servizi Ict evoluti come il Cloud, fornitura di tablet Pc con sistema operativo Windows 10 Pro con Microsoft office 2016.

Si tratta quindi di un pacchetto davvero completo a costi convenienti e accessibili.

L’offerta FastSchool è in linea con le direttive del Piano Nazionale Scuola Digitale del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. L’obiettivo è stimolare la creazione di competenze digitali intercettando tutti i bisogni tecnologici degli istituti.

Secondo una recente indagine è risultato che in molti istituti scolastici italiani è ancora molto scarsa la diffusione delle tecnologie nell’attività didattica, per cui ad oggi sono utilizzate in larga scala solo le dotazioni minime. La scarsa dotazione di tecnologia nelle scuole si riflette sul livello di competenze digitali espresse dal nostro paese se ci confrontiamo con paesi come il Lussemburgo al primo posto (86%) seguito da Danimarca (78%) e Paesi Bassi (77%).

L’offerta è acquistabile tramite il portale MEPA, ovvero Mercato Elettronico della P.A. Accedendo al sito e navigando sul catalogo prodotti, le scuole possono così selezionare l’offerta in modo semplice e veloce. Inoltre viene garantita la tracciabilità dell’intero processo di acquisto, garanzia del rispetto degli standard Consip (Società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze).

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here