Nonostante i movimenti difensivi della telefonia italiana, con la fusione 3 Wind in corso ed il lancio della nuova Kena Mobile, i francesi di Iliad sembrano non temere la controffensiva anticipata ed anzi, rilanciano alzando la posta in gioco. Conquistare il 25% del mercato italiano, in pochi anni.

Free Mobile Contro tutti
FreeMobile sfida Tim, Vodafone e Wind Tre. Le compagnie italiane sono le più odiate. Si va all’ attacco per conquistare il 25% del mercato!

Quel 10% di quota di mercato di cui si parlava fino a pochi giorni fa e che per molti analisti sembrava irraggiungibile è niente in confronto ai progetti, come sempre ambiziosi, di Xavier Niel, che in queste ore è protagonista anche di una vendita massiccia di azioni di Iliad, che gli consentiranno comunque di mantenere la quota di maggioranza.

Tornando ai progetti italiani, Free Mobile guarderebbe all’ Italia con estremo interesse poiché, secondo alcune dichiarazioni rilasciate alla Reuters, Iliad avrebbe commissionato un sondaggio sul livello di soddisfazione degli utenti italiani di telefonia mobile.

I risultati sarebbero disastrosi. Secondo Xavier Niel il nostro è il Paese dove le compagnie telefoniche sono più detestate. Ne esce un quadro di un mercato certamente saturo ma caratterizzato da un’ utenza molto fluida, pronta ad accogliere a braccia aperte la rivoluzione Free Mobile. Esattamente come avvenuto in Francia, dove i clienti erano in forte attesa della ventata di tariffe a basso costo proposte da Free.

L’ obiettivo resta comunque raggiungere, nei primi due anni, il 10% del mercato. Ma Niel crede che entro un quinquennio si possa crescere molto di più, raggiungendo il 20-25% delle sim attive. Le strategie della compagnia telefonica francese, dopo il successo in Patria, sono tutte concentrate sul Bel Paese, vero primo grande esperimento di esportazione del modello Free Mobile fuori dai suoi naturali confini.

Fonte

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here