Arriva un doppio sì per il processo di fusione tra H3G e Wind, ormai giunto al capitolo finale. Dopo il vincolante parere favorevole delle autorità europee alla concorrenza, la nuova joint venture registra una doppia approvazione dall’ AGCom (con un parere che rafforza ma non vincolante) e dai sindacati di categoria.

Lavoratori Wind - 3
Wind e 3. Prosegue la fusione. Oggi ok dell’ AGCOM e nei giorni scorsi è arrivata anche l’ approvazione dei Sindacati

Ma cosa succederà ai lavoratori e ai rivenditori di 3-Wind?

Per il momento nessun rischio occupazionale. Semplicemente, i dipendenti Wind saranno incorporati a quelli di H3G. Lo stesso varrà per i dirigenti. Ennesima conferma di quella che appare ai mercati più un’ incorporazione che una reale partecipazione paritaria. (Leggi anche: quale sarà il nuovo brand di Wind-3?)

Per il momento nessun licenziamento anche se ai piani alti già prevedono nel 2017 una ristrutturazione dell’ azienda, utile ad eliminare quelle figure ridondanti. Doppi negozi, doppio customer care, doppio marketing che via via andranno a fare un po’ di tagli, consentendo alla nuova società di raggiungere gli importanti obiettivi di risparmio consentiti dalla strategica joint venture. La più importante, lo ricordiamo, mai avvenuta sul mercato italiano.

E’ facile pensare che tutti quei negozi 3 e Wind, utili a servire la stessa zona, saranno accorpati.

Parte dei lavoratori comunque, soprattutto il personale tecnico, non è escluso che finiscano nella neonata Free Mobile, il nuovo quarto gestore italiano che godrà di parte delle frequenze in eccesso.

Ora si va dritti verso il debutto della nuova compagnia che con tutta probabilità sarà ufficializzata entro fine anno.

ALTRE NOTIZIE DI UPGO.NEWS SU QUESTO ARGOMENTO:

1 commento

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here