UpGo.news EURO TELECOM – Puntata 9. In questa nuova puntata di Euro Telecom voliamo ben oltre i confini europei per raccontarvi gli sviluppi più recenti di una fusione gigantesca. Quella tra T-Mobile e Sprint. Un evento storico che porterà il mercato americano ad essere diviso da solamente tre grandi compagnie telefoniche.

Eurotelecom
Euro Telecom è la rubrica di UpGo.news dedicata alle news dagli altri Paesi Europei.

La fusione tra i due operatori di telefonia mobile americani: la T-Mobile Usa e la Sprint ha dato avvio ad un affare da 26 miliardi di dollari complessivi. L’accordo inoltre porterà da quattro a tre i carrier presenti negli Stati Uniti.

La fusione in questione, potrebbe portare, ad un inevitabile aumento dei prezzi sul mercato della telefonia mobile negli Usa. Per evitare che la fusione tra i due colossi della telefonia mobile, possa impedire una proficua e libera concorrenza di mercato, il dipartimento di giustizia statunitense ha avviato le necessarie indagini atte a far luce sulla questione.

Con l’unione delle due grandi aziende, infatti verrà ridotta la presenza dei principali operatori di telefonia da quattro a tre. La nuova situazione riguardo alla telefonia mobile potrebbe portare come conseguenza ad un vertiginoso aumento delle tariffe finali.

Si teme infatti che la fusione delle due aziende: T-Mobile Usa e Sprint che sono tra le principali fornitrici di accesso in modalità wholesale alla propria rete agli operatori mobili minori possa avere come effetto un innalzamento delle tariffe per l’accesso alla rete, dovuta al venir meno della concorrenza tra queste due aziende e che tutto questo possa causare un aumento dei prezzi.

L’inchiesta dell’Antitrust, risulta comunque un atto doveroso se si pensa all’importanza dell’impatto sul mercato derivante da questa storica fusione. Non bisogna dimenticare a proposito del sodalizio tra queste due grandi aziende che fin dagli inizi della questione, quando ancora era presente al governo statunitense l’amministrazione Obama fu emesso parere sfavorevole al riguardo.

Ora si attende l’esito dell’inchiesta dell’antitrust che dovrà ascoltare il parere degli operatori mobili più piccoli. Verranno valutate inoltre quali siano le condizioni che regoleranno le tariffe di accesso alla rete mobile wholesale. Successivamente il problema verrà posto all’attenzione delle autorità Usa e del presidente Trump in modo da arrivare ad una giusta conclusione che dia il parere definitivo e ufficiale sulla vicenda.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here