Ho Mobile sarà un vero massacro per Tim, Vodafone e Wind 3. E spazzerà via i piccoli economici MVNO italiani. Dopo avervi anticipato il nome del nuovo gestore Iliad e avervi dato qualche piccola anticipazione su future tariffe e data di lancio, rieccoci qui a parlare del nuovo gestore Ho Mobile. Il nuovo quarto operatore mobile italiano. La sentenza contro Tim, Vodafone e Wind 3 non viene da noi. A dirlo è stato Martin Bouygues, una (quasi) vittima eccellente di Iliad. Martin è infatti il proprietario del gruppo Bouygues Telecom, terzo gestore mobile francese. Chi più di lui conosce la forza dirompente di Iliad Telecom?

Ho Mobile
Martin Bouygues. Quando Ho Mobile arriverà in Italia massacrerà Tim, Vodafone e Wind 3…

Quando Free Mobile partì in Francia, il gestore che soffrì di più fu proprio Bouygues Telecom che sul mercato occupava il posto di terzo operatore. Bouygues era ritenuto dai francesi un gestore decisamente meno performante dei primi due (Orange e SFR) ma tutto sommato più economico.

Un mercato, quello di chi è attento al prezzo, completamente conquistato da una dirompente Free Mobile che agli inizi della sua avventura francese propose da subito tariffe di oltre il 50% più economiche della concorrenza. Per Bouygues fu una vera tragedia.

Di fatto, in pochi mesi, la compagnia francese perse il suo target di riferimento. Il proprio posizionamento sul mercato.

Dopo anni difficili oggi Bouygues Telecom è in leggera ripresa e resta controllata dalla famiglia Bouygues. La compagnia regge sul mobile ma è comunque impegnata anche in altri business.

Pochi giorni fa anche Bouygues Telecom ha presentato in conferenza stampa la sua semestrale. Occasione per una veloce battuta anche sull’ arrivo di Iliad, con HO MOBILE, anche sul mercato italiano.

Secondo Martin Bouygues, Iliad godrà in Italia di accordi davvero favorevoli e di un quadro normativo positivo. Ovviamente Bouygues fa riferimento agli accordi strappati a Wind Tre davanti alla Commissaria Europea alla Concorrenza. Si fa riferimento in particolare al roaming nazionale, alla cessione di frequenze e alla condivisione di siti. Secondo Bouygues, Xavier Niel avrebbe fatto un vero affare, infilandosi nel giusto momento nel difficile mercato italiano.

Bouygues ha definito improbabile un fallimento dell’ iniziativa di Iliad in Italia. E se lo dice lui, possiamo iniziare a crederci.

FONTE

SHARE

Lascia un tuo commento