Tutti i giorni su UpGo.news e 4fan.it continua il nostro impegno nel raccontarvi tutto quello che c’ è da sapere sul nuovo quarto gestore di telefonia mobile Ho Mobile. Oggi vi presentiamo un report molto interessante fatto da HSBC che prevede per le telco italiane e per TIM in particolare, momenti duri con l’ arrivo di Iliad Italia.

HSBC Ho
HSBC parla del futuro di Iliad in relazione ai conti Telecom Italia. Ecco le nuove previsioni su Ho Mobile.

HSBC, uno dei principali istituti finanziari mondiali, primo in Europa per capitalizzazione ha redatto una completa analisi relativa al futuro del Gruppo Telecom Italia. Nell’ analisi si sottolinea l’ importanza di Iliad, come primo agente di cambiamento del mercato della telefonia italiana. Anche secondo HSBC, così come analizzato pochi giorni fa da Fitch Ratings, i piani di Iliad di invadere il mercato del Bel Paese, con molta probabilità, riusciranno. Mettendo ovviamente sotto pressione i conti delle telco e nello specifico di Telecom Italia.

HSBC si dice comunque ottimista riguardo la situazione di Telecom nel prossimo futuro, che potrebbe godere dell’ impatto positivo dato dalla linea fissa. Proprio sul fisso Telecom vedrà secondo gli analisti un incremento sensibile della richiesta e la possibilità di aumentare i prezzi dell’ 8-9% grazie allo switch al ciclo di fatturazione di 28 giorni.

L’ arrivo di Iliad nel mercato italiano, secondo HSBC è atteso per gennaio 2018, quando per le telco già operative aumenterà quindi il rischio guerra dei prezzi.

Sempre secondo HSBC Iliad, con Ho Mobile, si presenterà sul mercato mobile con due tariffe, una da 2 euro al mese (incentrata sul mercato voce) e una da 12 euro al mese (maggiormente incentrata sul mercato dati). L’ arrivo di Iliad potrebbe pesare fortemente sull’ ARPU di TIM, con un calo ipotetico del 10% circa.

La società francese, secondo le proiezioni degli analisti, sarà in grado di raggiungere una quota dell’ 11% del mercato già nel 2019. Piani di sviluppo ambiziosi ma compatibili con l’ attuale situazione e sempre nel 2019, HSBC prevede l’ entrata di Iliad anche nel mercato della telefonia fissa grazie all’ infrastruttura FTTH di Enel Open Fiber.

Iliad è una minaccia per il mercato mobile italiano

Nel suo report, HSBC è molto chiara e definisce una minaccia l’ ingresso di Iliad nel mercato italiano anche se gli analisti confermano che la società francese avrà più difficoltà rispetto alla fase di startup in Patria.

Alla fine del ricco report (che ricordiamo vi stiamo raccontando in esclusiva assoluta) HSBC riassume l’ accordo molto vantaggioso tra Iliad e Wind 3 che comprende:

  • 2x35MHz di spettro 3G e 4G (2x5MHZ nella banda 900MHz, 2x10MHz a 1.800MHz, 2x10MHz a 2.1GHz, 2x10MHz a 2.6GHz) per EUR450m, da pagare nel 2017-2019
  • 10.000 siti macro
  • un accordo di condivisione RAN (rete di accesso radio) in aree rurali
  • un accordo di roaming 2G / 3G / 4G sulla rete fusa 3 / Wind per 2×5 anni

Leggi tutte le notizie su Iliad Italia qui su UpGo.news o discuti questa news sul Primo Gruppo Facebook dedicato a Ho Mobile