Si scaldano i motori. Dopo mesi di attesa siamo stati in grado oggi, finalmente, di rivelarvi il nome del nuovo quarto gestore mobile italiano. Si chiamerà HO MOBILE e avrà il compito di sfidare, con tariffe, offerte e tanta trasparenza, i tre big del mercato: Tim, Vodafone e la nuova joint venture Wind 3.

Nuovo Logo HO MOBILE telefonia
Ho Mobile. Il logo che Iliad utilizzerà in Italia per il quarto gestore di telefonia mobile.

Tariffe poche, chiare e semplici. Proprio come il nome. Corto e diretto. Per rivoluzionare il mercato della telefonia italiana. Come tutti i brand, bisogna farci un po’ la bocca. Sulle pagine Facebook dei nostri blog, UpGo.news e 4fan.it continuano intanto i commenti, più o meno entusiasti, degli appassionati.

Ho Mobile intanto ha affidato la realizzazione del proprio sito web ufficiale all’ agenzia web milanese Purple Network. Saranno loro a curare il canale internet del nuovo operatore telefonico.

Perché no Free Mobile?

Per molti appassionati, è stata fino ad ora semplicemente Free Mobile. Questo il nome dell’ operatore francese che in pochi anni è diventato leggenda, con tariffe super economiche ed una strategia decisamente aggressiva che ha praticamente messo in mutande la concorrenza.

La società che controlla il tutto in realtà si chiama Iliad. E in Italia ha scelto di non utilizzare lo stesso marchio francese. Anzi, più che una scelta è sembrata una strada obbligata visto che il marchio FREE nel nostro Paese risultava registrato, come vi abbiamo svelato un po’ di giorni fa, dall’ avversario Vodafone.

E comunque è un’ abitudine di Xavier Niel, patron di Iliad, di localizzare le proprie attività. In Svizzera ad esempio, dopo aver comprato la locale Orange, ha scelto un rebrand assolutamente inedito. Orange Svizzera si chiama oggi Salt e quindi, anche la filiale elvetica ha optato per il brand tutto nuovo.

Ho Mobile in Italia

HO MOBILE partirà in Italia verso fine anno. La finestra temporale indicata dai vertici è un po’ più ampia e in caso di ritardo potrebbe portare ad un lancio ad anno nuovo. Pare però, secondo alcuni nostre fonti vicine all’ azienda, che tutto sia a buon punto.

Sulla copertura diretta della rete Ho Mobile si lavora velocemente. Ma intanto, al lancio, si avrà un esteso roaming nazionale sulla rete di Wind. Un accordo lungo (fino a 10 anni) che pochi giorni fa, come riportato dai nostri blog UpGo.news e 4fan.it è stato esteso anche alle nuove tecnologie 5G, licenze permettendo ovviamente.

Ho Mobile tenterà di mettere in difficoltà Tim, Vodafone e Wind 3, sopratutto sul fronte della trasparenza. A differenza del mercato francese, qui da noi i prezzi di partenza sono già abbastanza bassi. Ho Mobile offrirà quindi tariffe più economiche ma soprattutto senza sorprese.

Rinnovi a 30 giorni, contro i 28 dei competitor e nessun costo aggiuntivo. Zero rimodulazioni e niente brutte sorprese. Quelle brutte abitudini che potrebbero fare la fortuna della nuova avventura italiana di Iliad Telecom.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here