Iliad business. Copertina dell'articolo

Iliad cerca di rivoluzionare il mercato con tariffe economiche, servizi sempre più efficienti e capillari, miglioramenti costanti nella copertura: ma per quanto riguarda le partite IVA e le aziende, prevede qualcosa?

Tanti bonus di minuti e giga possono essere molto allettanti, e certamente incuriosiscono ed attirano anche i professionisti che necessitano di risparmiare con offerte molto convenienti. Ma, attualmente, Iliad non propone una gamma di soluzioni tariffarie dedicate ai liberi professionisti, cosa che invece fanno altri operatori di telefonia mobile e fissa.

In più, almeno per ora, il sito Iliad non presenta il modulo per la richiesta delle fatture delle ricariche acquistate: questa è una possibilità interessante per i liberi professionisti, al momento non ancora disponibile.

In pratica, se volete scegliere Iliad per la vostra attività, ad oggi potete solo attivare una SIM ricaricabile consumer con un nuovo numero, oppure anche portare a termine la portabilità del vostro numero, valutando la reale convenienza della tariffa Iliad che offre un ricco bundle dati e minuti illimitati, anche verso l’estero, per sempre. Trovate tutte le tariffe per passare a Iliad in questa nostra pagina dedicata. Dove appunto, consulterete il bouquet di proposte valide per tutti essendo assente un’offerta Iliad per partite iva e aziende.

Simbox Iliad
Foto di una Simbox del gestore Iliad.

Iliad sta iniziando ad orientarsi anche verso i clienti business, come detto nel piano “Odissea 2024”. Ma per ora, l’unica occasione di risparmio per questa fetta di mercato è rappresentata dalla richiesta di portabilità, portando il vostro numero con un abbonamento business ad una ricaricabile Iliad.

Questa possibilità è utile perché anche se le partite IVA hanno la possibilità di acquistare una ricaricabile consumer e detrarre le spese dall’imponibile, la cifra è molto bassa (come funziona per la scheda carburante, cioè senza scorporo e detrazione dell’IVA).

In questo caso la ricaricabile deve essere intestata al titolare che può documentare la spesa in modo trasparente con l’estratto conto bancario (ma anche con altra documentazione riconducibile al titolare oppure alla numerazione).

Il fatto è che bisogna anche ricorrere ad un commercialista, per essere sicuri di non sbagliare: da qui il discorso che è meglio forse spendere direttamente poco (cosa permessa dalle convenienti tariffe Iliad) senza scaricare l’IVA, che spenderne di più per poterne poi scaricare solo una piccola parte.

Partite Iva cartello
Foto: IlMessaggero.it

Quindi, come si può fare? Questo passaggio, anche se per ora poco pubblicizzato, è in realtà molto semplice, ed anche veloce.

Infatti dovete sapere che i due gestori coinvolti non si scambiano alcuna informazione né sul tipo di SIM (se normale o dati), né sulla tipologia di offerta (abbonamento o ricaricabile), né sull’intestatario. Inoltre Iliad non fa compilare il campo “partita iva” (non esiste).

Vi basta fornire ad Iliad:

  • numero seriale sim
  • numero telefonico
  • dati dell’intestatario

Non sarà quindi necessario passare da essere clienti business a consumer, risparmiando molto tempo (almeno circa 20 giorni); dovete solo ricordarvi che nel passaggio diretto da abbonamento a ricaricabile viene controllato il codice fiscale, che deve corrispondere.

Quindi, per ora, non resta che aspettare eventuali sviluppi per i clienti business di Iliad, sperando che in un prossimo futuro vengano create soluzioni adatte anche alle partite IVA ed alle società, che possono portare diversi numeri in Iliad per poter risparmiare.

Leggi anche: come scaricare l’app Iliad?e Iliad a chi si appoggia?

Come sempre, tutte le informazioni dal mondo Iliad le trovi qui su UpGo.news e sul nostro supplemento dedicato 4Fan.it. Se vuoi restare sempre aggiornato con le novità dai nostri blog non dimenticare di scaricare la nostra app gratuita, disponibile sul Google Play Store.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here