Ad aprile, ha annunciato Xavier Niel, Iliad intraprenderà un cambio di rotta profondo. Variare l’ approccio al mercato, mantenendo alta la voglia di innovare. Del resto, dice lo stesso Niel, Iliad, per rimanere coerente con sé stessa, deve cambiare percorsi, almeno ogni 6 o 7 anni. Ed in Francia, l’effetto dirompente e rivoluzionario della prima originale Iliad si è in buona parte affievolito. In patria la compagnia ha sofferto non poco negli ultimi mesi. Si cresce meno, anzi, a dirla tutta, si perdono tanti clienti e di conseguenza si rischia il botto in Borsa, dove il titolo sta perdendo gran parte del proprio valore. Preoccupazioni che non riguardano per ora l’Italia, anzi faro di speranza per l’intero gruppo. Qui da noi Iliad ha esordito da pochi mesi, ha oltrepassato il 3% di quota di mercato e sembra andare alla grande. Ma questa nuova rivoluzione Iliad di aprile in cosa consisterà? E soprattutto coinvolgerà anche la filiale italiana del gruppo? Prima di lasciarvi al post di oggi, vi ricordiamo di andare sul Google Play Store e scaricare la nostra app pensata per i fan di Iliad e per gli appassionati di telefonia.

Aprile Iliad
Ad Aprile Iliad cambia. Ad annunciarlo è Xavier Niel che vuole recuperare lo spirito originariamente rivoluzionario del gestore.

Iliad Italia, ovvero la filiale italiana del gruppo che ha ancora di fatto il proprio core business in Francia, incide poco sui conti. E’ ancora una piccola costola di un gruppo principalmente a respiro nazionale ma rappresenta una speranza per l’intera società. E anche un modello di esportazione del successo di Free.

Oltre Iliad Italia, il gruppo si è espanso anche in Irlanda. Ma qui si tratta di un’acquisizione e non di un nuovo lancio. Oggi Iliad nell’isola è proprietaria di Eir, gestore ex monopolista di Stato.

Ma ora l’intero gruppo va rivisto, in una strategia tutta nuova che sarà svelata entro il mese di aprile. Dall’head quarter parigino della compagnia.

Cosa cambierà per Iliad?

Secondo i primi rumors, la parola chiave della nuova strategia di Iliad sarà diversificazione. Il modello telefonia a basso costo ha funzionato, sta funzionando alla grande in Italia e comunque è un mercato che continuerà ad essere presidiato.

Ma per diventare ancora più grande Iliad dovrà entrare in una fase nuova, aprendosi ad un mondo ormai sempre più vicino. Quello nel quale le compagnie non faranno solo telefonia ma offriranno servizi e connetteranno oggetti.

E’ proprio nel mondo dei servizi che Iliad cercherà l’allargamento del perimetro del proprio business. Anche per sganciarsi dalla competizione solo tariffaria che porta tanti clienti ma che mette anche sotto pressione i conti.

Ne abbiamo parlato anche nei giorni scorsi in riferimento ai numeri registrati da Iliad qui da noi. La parte difficile non è tanto conquistare quote di mercato ma crearci utile. E con i tanti necessari investimenti sulle reti (il 5G arriverà ovviamente anche in Francia) i margini possibili sono sempre più fragili. Sottili.

La Iliad dei servizi e del 5G sarà quindi un gestore competitivo sul prezzo ma assolutamente attento alla qualità della rete fornita agli utenti. Che sarà, dice Niel, al top.

La Iliad dei contenuti

Reti efficienti e servizi. Ma anche contenuti. Perché le reti, senza contenuti, sono solo spazi vuoti. E questo aspetto potrebbe coinvolgere ancora più direttamente l’Italia.

In Francia Free già commercializza una sua offerta tv, attraverso internet. In Italia ancora manca un’offerta di linea fissa e su questa implementazione ancora si temporeggia. Fatto sta che i primi passi sui contenuti italiani ci sono stati, con l’acquisizione di Palomar, casa di produzione italiana ma che oggi avrà un socio di riferimento francese: Xavier Niel.

Per le compagnie telefoniche sarà sempre più indispensabile promuoversi in una dimensione quad-play. Ovvero diventare punti di riferimento unici per telefonia fissa, mobile, internet ma anche televisione.

E Iliad sta mettendo a posto i diversi pezzi del puzzle, per costruire qualcosa di solido anche in Italia. Insomma, la rivoluzione Iliad non si fermerà alla telefonia mobile. Questo è chiaro. Mancano poche settimane. E come sempre continueremo anche nei prossimi giorni a raccontarvi novità e retroscena.

Se non volete perdervi nessuna novità, seguiteci ogni giorno, anche sul Canale Telegram e scaricate la nostra app.

Vuoi saperne di più su Iliad? Vuoi sapere come funziona questo gestore telefonico? Leggi la nostra completa recensione su Iliad Italia

1 commento

  1. Beh, visto l enorme successo ke iliad ha avuto nel ns paese a livello di telefonia mobile e d’altro canto, nn esiste solo il sopracitato campo di sviluppo per soddisfare la clientela, ma anche internet, tv e telefonia fissa, è logico pensare che iliad si muova anche in tali settori di mercato. Aggiungo anche, con l imminente debutto del 5G,occorre che gli operatori telefonici siano pronti e agguerriti allo start. Confido nel fiuto imprenditoriale di Niel, che saprà sicuramente offrire ancora una volta, pacchetti allettanti, concorrenziali, di ottimo rapporto qualità prezzo, come fatto finora. Ciò magari avrà maggiori costi, logico. Ma anche altri operatori aumenteranno le loro tariffe. Staremo a vedere. Sempre grande Iliad!!!

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here