Arrivano dalla Francia notizie più certe sul lancio di Iliad nel nostro Paese. Il nuovissimo quarto gestore mobile che noi di UpGo.news seguiamo con particolare attenzione (anche attraverso il sito dedicato www.4fan.it) è pronto a debuttare nel mercato italiano. Questo lo sapevamo. Ma le novità di oggi sono due: i tempi e gli obiettivi. Ecco quali sono.

Iliad notizie
Iliad esordirà prima dell’ estate. Ma non chiamatelo ritardo. Dietro questa scelta potrebbe nascondersi una strategia perfetta.

Iliad sarà presentata al mercato italiano prima dell’ estate. I mesi probabili restano quindi aprile, maggio o al massimo giugno. A ridosso di uno dei periodo più proficui per la telefonia mobile. L’ estate 2018, vedrà quindi un fioccare di offerte, con Iliad grande protagonista nel cercare di raggiungere gli obiettivi dati dal grande capo Xavier Niel che secondo la stampa francese sono ancora più ambiziosi di quelli dichiarati fino ad oggi.

10% del mercato. È il punto valutato dalla società madre, Iliad Telecom, per iniziare a rientrare dell’ ingente investimento. Un obiettivo ambizioso che Iliad vorrebbe raggiungere in soli 12 mesi. Un anno per conquistare una fetta di mercato che, tanto per farvi un’ idea, 3 Italia ha consolidato in un decennio di attività.

Sarà quindi un gestore rivoluzionario. E anche un po’ ritardatario, visto che, come chi ci segue abitualmente sa bene, l’ iniziale debutto era previsto entro febbraio 2018. Problemi con le autorizzazione per installare le nuove antenne autonome di Iliad e con le interconnessioni con Wind Tre, Tim e Vodafone. E a proposito, per il momento resta ancora in ballo l’ accordo con Telecom Italia che potrebbe consentire a Iliad Italia di sfruttare la fibra ottica di TIM e, non è del tutto escluso, le sue antenne per un accordo di roaming nazionale che si sommerebbe a quello già garantito da Wind Tre.

Un ritardo forse non casuale

Iliad potrebbe quindi esordire a maggio. Forse anche ad aprile. Il periodo nel quale i gestori Tim, Vodafone e Wind Tre saranno costretti a tornare alla fatturazione mensile (modalità imposta ora dalla nuova legge sulla concorrenza).

Aprile 2018 potrebbe essere il mese dei tanti fastidiosi rincari. I gestori dovranno rientrare della “mensilità” perduta e gli aumenti delle tariffe potrebbero aggirarsi tra l’ 8% e il 9%. Succederà a Vodafone, ad esempio che in queste giorni sta inviando a tutti i propri clienti il messaggino con la rimodulazione e con la relativa possibilità di recedere dal contratto (sia in abbonamento che ricaricabile).

Tra aprile e maggio quindi milioni di clienti potrebbero trovarsi nella situazione di poter strappare i contratti dei loro attuali gestori. Un contesto potenzialmente molto favorevole ad Iliad. Si dice che i francesi abbiano fiutato bene l’ affare. E quello che sembra un ritardo, potrebbe rivelarsi la mossa vincente. Tutte le news su Iliad Italia

SHARE

1 commento

  1. ah ok.. allora adesso si spiega tutto… e sinceramente a dirla tutta condivido in pieno la strategia.. perché ormai posticipare di qualche mese il lancio non cambia, ma trovarsi in una condizione privilegiata poi è davvero un’occasiome irripetibile da non lasciarsi sfuggire.. brava Iliad! Se i gestori saranno così stupidi da non rinunciare ad una mensilità pure di non perdere i propri clienti ne vedremo delle belle….

Lascia un tuo commento