Iliad ha comunicato oggi i propri dati. Noi cerchiamo di analizzare quanto emerso in queste ore a bocce ferme. Per questo abbiamo, come nostra consuetudine, atteso un po’ prima di uscire con un nuovo post. I dati di Iliad, interpretabili, confermano o no il successo della compagnia? E poi, c’ è una dichiarazione di Xavier Niel, passata inosservata e riportata da Ansa che invece noi troviamo davvero molto interessante. E forse, al tempo stesso, un po’ preoccupante. Qualche nuvola sul cielo sereno del Gruppo Iliad? Prima di addentrarci nel tema super caldo di oggi, vi invitiamo di nuovo a scaricare dal Google Play Store la nostra app, con tutti gli aggiornamenti quotidiani dal mondo della telefonia.

Iliad resa dei conti
Iliad, la resa dei conti. Il Gruppo ha tirato fuori i numeri. 2,8 milioni di clienti a fine 2018. Perdite per 52 milioni di euro. La strategia sulla nuova rete e forse la speranza di Xavier Niel, di tornare ad avere tariffe più alte in Italia.

La crescita di Iliad, in effetti, ha subito qualche rallentamento. Ma questo già lo sapevamo. I primi dati erano stati anticipati da Il Sole 24 Ore. Il giornale finanziario sottolineava semplicemente come Iliad avesse in effetti rallentato il ritmo di portabilità in entrata. Un effetto che qui su UpGo.news abbiamo tutto sommato valutato come normale, al termine di una stagione estiva davvero senza precedenti nella storia del mercato della telefonia.

Da dopo l’estate Iliad ha semplicemente confermato le proprie offerte. Ora leggermente meno stracciate di quelle iniziali. E la stessa cosa ha fatto Ho Mobile.

Insomma, lo stallo tra Iliad e Ho, i due grandi protagonisti del momento, ha causato senza dubbio una maggiore stasi anche sulle portabilità richieste.

Nulla di preoccupante. Più preoccupante è invece il dato legato alle perdite. Ben 52 milioni di perdite. E in patria, Free non sta andando più benissimo, a causa della pressione competitiva sempre maggiore.

Insomma, i dati delle scorse ore fanno emergere qualche apprensione negli analisti finanziari più che nei consumatori. Iliad Italia sembra infatti una creazione ben riuscita e comunque assolutamente strategica per l’intero gruppo che vede proprio nell’espansione all’estero la via maestra per recuperare redditività.

I conti di Iliad Italia legati alla nuova rete

Ma la solidità dei conti della filiale italiana di Iliad è inscindibile dai progetti di sviluppo della rete del quarto operatore mobile.

Come sapete ad oggi Iliad dipendente in toto, dal punto di vista infrastrutturale, da Wind Tre (o meglio, nello specifico, prevalentemente dalla rete Wind 222-88). L’indipendenza parziale sulle antenne permetterà ad Iliad Italia di operare con costi minori (Iliad paga l’affitto, ovviamente, a Wind Tre spa) e sopratutto costi che diventaranno fissi. Quindi con una maggiore e complessiva solidità finanziaria.

Insomma, la nuova rete non interessa solamente i clienti di Iliad ma soprattuto gli analisti e gli investitori. Senza quella, produrre utile con l’avventura italiana sarà praticamente impossibile.

Qualche informazione ufficiale in più sulla rete di Iliad

E dalla pubblicazione dei dati di queste ore emerge qualche interessante dato in più sulla rete di Iliad in Italia. L’operazione è estremamente ambiziosa, forse più di quanto ci si poteva aspettare.

Iliad conta infatti di accendere solo nel 2019 ben 3500 antenne. Una buona manciata di postazioni, che probabilmente serviranno la clientela Iliad a partire dai grandi centri urbani.

Come da noi anticipato, Iliad dovrebbe partire con la rete proprietaria, staccata da quella Wind Tre, già nelle prossime settimane, con due città di partenza: Roma e Milano. Ma queste ancora sono ipotesi.

E a proposito, Iliad cerca nuove figure professionali per effettuare diffusi test del nuovo network. Se l’avete perso, guardate anche questo post.

La frase misteriosa di Xavier Niel

Da Parigi, Xavier Niel cerca di tranquillizzare gli animi degli investitori. Da diversi mesi le performance del gruppo entusiasmano meno e di conseguenza il titolo Iliad in borsa ha sofferto parecchio. Una tendenza assolutamente da invertire.

Riportiamo in chiusura un passaggio interessante, come dicevamo forse sfuggito ai più, citando direttamente ANSA:

ANSA) – MILANO, 19 MAR – Iliad in Italia per ora resta focalizzata sul mobile ma comunque esistono sinergie tra fisso e mobile. Lo ha detto il ceo di Iliad, Xavier Niel parlando in conference call con gli analisti, come riporta Bloomberg. Niel inoltre spera di continuare ad aumentare le sue tariffe in Italia. a Parigi intanto, dopo i conti 2018 che hanno deluso le attese degli analisti, il titolo cede quasi il 6 per cento.

Aumentare le tariffe? Se l’intenzione di temporeggiare sul fisso era già ben nota, è di fatto la prima volta che Xavier Niel fa riferimento a tariffe in aumento. Un trend che per i consumatori italiani non è certo auspicabile.

Ma speriamo alla fine non sia questa la carta che Iliad calerà sul tavolo da gioco per risollevare i conti.

Di fatto però, la strada del low cost è piena di successi ma al tempo stesso tutta in salita. Soprattutto in una fase di forte incertezza, come questa, dove le compagnie stanno capendo come rimboccarsi le maniche per tirare su le costosissime reti 5G.

Nuove e strane alleanze, esternalizzazioni e sinergie. Lo abbiamo già raccontato e continueremo a scriverne nelle prossime settimane. Ne vedremo davvero delle belle. Come sempre, continuate a seguirci qui su UpGo.news per leggere, ogni sera, un nostro post di approfondimento sulle vicende più importanti dal mondo della telefonia e della tv digitale.

Cosa ne pensate di questi dati Iliad e delle dichiarazioni di Niel? Commentate utilizzando lo spazio commenti qui in basso.

La nuova tariffa Iliad in uscita quale sarà? Se ne parla nel FORUM, clicca qui!

Fonte La RepubblicaFonte Corcom

12 commenti

  1. Sono passato ad Iliad da tre settimane dopo essere stato convinto utente Vodafone per decenni. Sono assolutamente soddisfatto e sono già passati ad Iliad mia figlia e mio genero e, a scadenza mese, passerà anche mia moglie. Prende benissimo, fugando i miei ultimi dubbi, anche in alta valle d’Aosta dove ritenevo di poter avere problemi. Consigliato

  2. Sono con Illiad dal mese di giugno 2018 e sono contento anche se, devo dire, ultimamente non va proprio bene come all’inizio. Spero che venga potenziata la rete e funzioni come all’inizio che prendevo proprio bene!

  3. Iliad ha rallentato perché paga solo lo scotto della rete Wind (troppa gente su una unica rete) se avesse la sua rete avrebbe secondo me il suo target, ovvero intorno ai 15 milioni di clienti. In questo momento la gente è dubbia solo ed esclusivamente per questo. Io sono possessore di 2 SIM e la prima è stata presa il 23 giugno 2018, quindi uno dei primi, sono sempre soddisfatto, spero migliori sempre. Grazie a tutti.

  4. Sono con iliad da quasi un anno. Tutto ok anche se devo dire che la rete internet “singhiozza”…Semplice: se il segnale non migliora e i prezzi aumentano, lascio iliad.

  5. Ciao, sono di latina e sono cliente iliad da circa un anno o più…. Soddisfattissimo di tutto…. L app non manca se porti la pagina web su desktop 😁.. Non mi aspettavo che prendeva anche in spiaggia dove porto a passeggio il cane mentre Vodafone era KO… ILIAD forever

  6. Sono cliente dall”inizio e sono contento del servizio, 5,99 euro 30 giga, sms e minuti illimitati, ma quello che tanti non dicono minuti illimitati in 40 paesi esteri dove gli altri players guadagnano soldi a palate, nn so cosa si può cercare di meglio, saluti angelo

  7. La politica volta a carpire i clienti altrui in virtù di un costo inferiore paga poco. Bisognerebbe attivarsi per moltiplicare le utenze, le sim connesse.
    Io dovrei avere 5/6 sim per connettere diverse abitazioni … sim che sarebbero solo guadagno una webcam qui l’altra là che si attivano quando serve sapere qualcosa. Ma anche una piccola stazione meteorologica in grado di registrare e spedire a richiesta o quando la memoria è piena.
    Inizialmente si pensava che iliad uscisse con un costo mensile inferiore ai due euro …. questa strada era quella giusta per crescere senza creare scompiglio… far crescere i propri clienti con occhio attento ad ogni possibile campo di intervento.
    Ci ho provato …l niente unico problema sentito lo speedtest …. un campo di battaglia in cui la sconfitta è molto facile
    Costi bassi per moltiplicare le utenze con scarsissimi traffico poi … facilità estrema a passare al contratto più remunerativo un automatismo, con rientro alla fascia più bassa automatico …. è così facendo … si incassa di più per lo stesso servizio.
    (Se il consumo mensile è di 100 gb .. pagato subito costa 8/10 euro anche se si consumano solo 30 gb
    ma se fatto con 4 spezzoni .. 10/2, 20/3,30/4, 40/5 … sono sempre 100 gb (10+20+30+40 ma tutti utilizzati almeno parzialmente
    ma che si pagano 14 euro 2+3+4+5.
    Con un rinnovo automatico appena raggiunta la soglia 10+10+………+10,+10 =100 sarebbero sempre 100 GB ma pagati 20 euro.
    Insomma se ci si orienta a far crescere gli utenti in modo utile ad entrambi …bisogna aiutare la crescita con prezzi inferiori ma incassi maggiori.

    Immagino l’obiezione … ma gli altri gestori …… inutile dirlo con loro era impossibile.

  8. Cliente iliad da quando è nata. Ho avuto varie proposte di “torna in…” invece No, è la migliore e non torno indietro. Solo la velocità internet non esaltante, ma comunque sufficiente

  9. Uno dei primissimi clienti iliad, primi di giugno 2018, soddisfattissimo! Tutta la famiglia è con iliad e anche tanti amici e colleghi. Gli altri ladroni che ci hanno pelato per decenni dovrebbero chiudere i battenti!

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here