Salta l’ accordo del quale si vociferava da tempo con InWit, gestore delle torri parte del gruppo Telecom Italia. Per la propria copertura diretta del territorio, il nuovo operatore di Iliad si affiderà a Cellnex. A confermarlo è stato il CEO di Cellnex a Il Sole 24 Ore.

Accordo tra Cellnex e Iliad
Accordo tra Cellnex e Iliad. Il gestore francese si allontana da TIM. La rete proprietaria eviterà il rischio saturazione sul network Wind Tre nelle zone densamente popolate.

Come puntualmente riportato poche ore fa da 4fan.it, il blog italiano indipendente dedicato a Iliad, il nuovo operatore italiano ha scelto Cellnex per la gestione della propria rete mobile e per l’ affitto dei siti di trasmissione.

Si tratta di un accordo importante che in qualche modo, salvo sorprese, mette in secondo piano la collaborazione dei francesi con TIM – Telecom Italia. Il gestore ex-monopolista, controllato a sua volta da altri francesi – quelli di Vivendi – potrebbe però tornare utile a Iliad per la fornitura di banda larga.

Ultra-broadband indispensabile per Iliad sia per alimentare le proprie antenne per il servizio mobile che per offrire agli utenti finali anche un servizio di telefonia fissa. Su questo fronte comunque i colloqui sono aperti anche con OpenFiber, l’altro grande big della banda larga in wholesale. (Iliad partirà a breve con il servizio mobile mentre servirà almeno un anno per il lancio di una offerta per il telefono e la connettività di casa).

Insomma, in questi giorni Xavier Niel continua a guardarsi attorno per garantire alla propria neonata creatura i partner tecnologici migliori. Senza alcuna fretta perché, come è noto, il gestore, oltre la propria copertura diretta, può contare su un ampio accordo totale di roaming nazionale con Wind Tre.

Alla partenza quindi, Iliad utilizzerà il roaming nazionale in ran sharing con Wind Tre, sia sulle reti 2G, 3G che 4G. A potenziamento di questo accordo, continuerà a lavorare su una propria rete mobile, indipendente da quella della concorrenza.

La rete sarà particolarmente utile nelle zone ad alta densità di popolazione. Nelle grandi città, i tecnici Iliad temono la saturazione del network unico Wind Tre (che servirà quindi i clienti Wind Tre, quelli di Iliad e quelli del virtuale PosteMobile). Per questo l’ installazione di nodi di copertura di proprietà ed esclusivi risulta fortemente strategica.

Non sono noti i dettagli economici dell’ accordo tra Cellnex e Iliad ma si tratta sicuramente di un appalto mega che assicurerà forti entrate alla società spagnola che gestisce le reti. Leggi tutte le news su Iliad.

1 commento

  1. Semplice …. Tutti contro perchè stà dimostrando quanto poco interessa il comune cittadino.
    Si rompono gli schemi precostituiti con notevoli interessi della politica e dei rovina lavoratori cioè i nostri cari sindacati.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here