Iliad e il mistero delle SimBox che spariscono. In tanti nei giorni scorsi avete segnalato sul nostro Gruppo Facebook Iliad Fan Group la scomparsa dei punti vendita Iliad, installati all’interno delle stazioni ferroviarie italiane. Luoghi quindi di grande passaggio dove, fin dall’esordio sul mercato del gestore, erano presenti le tanto chiacchierate SimBox. Oggi pare tutto smantellato. Ed anche se manca l’ufficialità della notizia (in assenza di una comunicazione da una delle parti coinvolte) possiamo affermare che è molto probabile che sia terminato l’accordo commerciale che consente ad Iliad di piazzare i suoi totem di vendita. Ma prima di entrare nel vivo del nostro post di oggi, vi ricordiamo che potete correre a scaricare sul Google Play Store la nostra app ufficiale. Uno strumento semplice, da tenere nel vostro smartphone e che vi consentirà di non perdervi niente sul mondo di Iliad Italia.

Iliad modello di vendita
Iliad. Modello di vendita vincente? Le SimBox sembrano il futuro e ora anche gli altri gestori – dopo aver criticato Iliad – sembrano adeguarsi al nuovo metodo di vendita. Più efficiente ed economico.

IL METODO DI VENDITA ILIAD E LA NUOVA STRATEGIA DI APRILE

Per la prima volta quindi, dall’arrivo di Iliad in Italia, assistiamo alla “chiusura” di punti vendita del nuovo gestore. Anche se, come detto, si tratta di semplici corner, piazzati probabilmente a seguito di accordi di un breve periodo. Possibile che la strategia di Iliad fosse presenziare nelle maggiori stazioni italiane, il tempo sufficiente per farsi conoscere. Forse più a scopo pubblicitario che nell’intento di vendere sim, nella fase più delicata di lancio.

Fatto sta che Iliad non sarà più disponibile in queste aree e in alcune stazioni, lo spazio Iliad ospita già altri marchi.

Nelle scorse ore vi abbiamo raccontato qui che Xavier Niel ha annunciato una nuova rivoluzione Iliad già questo aprile. Si tratta di un cambio cruciale di rotta. Un rinnovamento dell’intero gruppo e quindi dei prodotti e dei servizi commercializzati.

Ci saranno cambiamenti quindi anche nel modo di commercializzare le sim Iliad?

Come abbiamo detto, è probabile che la nuovissima rivoluzione di aprile riguarderà poi nel particolare le attività francesi del gruppo (quello a marchio Free) e probabilmente non coinvolgerà più di tanto la filiale italiana (iliad italia).

Ma anche alla luce di questa necessità di cambiamento, per recuperare la fiducia degli investitori, è probabile che poco cambierà sul fronte rete commerciale. La modalità con cui Iliad vende sim e contratti ha funzionato alla grande in Francia e, ora possiamo dirlo, è stata un successo anche in Italia.

Anzi, nelle settimane scorse abbiamo dato notizia che anche Fastweb sta lavorando a proprie SimBox e nelle scorse ore il sito Wind ha iniziato a rendere disponibile l’autenticazione video per l’attivazione di una nuova sim card. Un metodo fortemente criticato quando ad introdurlo fu Iliad. Per qualcuno, sicuramente vi ricorderete, sarebbe stato necessario anche il diretto coinvolgimento del Ministero degli Interni Salvini, come responsabile della sicurezza nazionale.

Tutti denunciavano, fino a qualche settimana fa, Iliad di essere poco sicura nel suo metodo di certificazione delle identità tramite video breve. Ecco, ora utilizzano il medesimo metodo anche Fastweb e Wind.

Iliad ha creato un nuovo modello di vendita?

Ecco comunque la si pensi bisogna ammettere che Iliad ha imposto un modello di vendita assolutamente vincente. E bisogna anche ammettere che chi tra gli esperti, affermava che l’Italia non sarebbe stata pronta ad accettare sim vendute via internet o emesse da un box automatico, semplicemente si sbagliava.

L’Italia si conferma, ancora una volta, un paese sensibile alle novità. A patto che queste novità abbiano un senso, ovviamente.

Nelle prossime settimane quindi, andremo a capire cosa vorrà introdurre Iliad a partire da Aprile. Ma è lecito pensare che Iliad non voglia toccare l’aspetto distributivo, che funziona davvero in maniera efficace.

Anzi è davvero plausibile che nei prossimi mesi, troveremo gli altri, ovvero Tim, Vodafone e Wind Tre, impegnati ad iliadarsi un po’, magari tagliando un po’ di costi relativi ai tantissimi negozi fisici dei quali, forse, oggi siamo pronti a fare a meno.

Ma voi cosa ne pensate del metodo con il quale Iliad ha scelto di vendere le proprie sim? Vi piace? Pensate che anche Tim, Vodafone, Wind Tre e gli altri gestori minori si dovranno adeguare a queste nuove modalità? Fateci sapere utilizzando lo spazio commenti qui in basso.

12 commenti

  1. Io sono cliente iIiad da meno di un mese ed ero scettico su questo metodo di vendita. All’atto pratico devo dire che invece l’ho trovato rapido e funzionale.

  2. Si può dire tutto quello che si vuole, ma Iliad anche se ancor piccola(per poco) ha fatto scuola ai cosiddetti grandi e così sarà per molto tempo, la loro rabbia è tutta qui. Io come ripeto sono uno dei primi clienti Iliad e ne sono felice, “Iliad se sei già un punto di riferimento devi esserne orgogliosa”, Ciao a tutti.

  3. anche io sono un cliente della prima ora e sono soddisfatto.
    di fatto Iliad ha capito lo scontento di tantissimi consumatori italiani che si sentivano trattati davvero male. ( ed erano trattati davvero male)
    Potrebbe fare un altro piccolo sforzo consentendo ai clienti di cambiate tariffa senza cambiare numero e cioè di passare dai 30 ai 50 GB sulla stessa SIM.
    Sarebbe premiare chi, per primo, ha creduto in questa ditta.
    Grazie e ciao a tutti

  4. Non sono pronto a fare a meno del negozio fisico, anche perchè iliad non accettando contanti non mi da la possibilità di diventare loro cliente

  5. Dopo venti anni con i “grandi”gestori per la prima volta sono pienamente soddisfatto da quando sono passato a Iliad, in tutti i sensi, e riguardo
    al metodo di vendita posso dire che lo trovo semplicissimo, pratico ed efficace.

  6. Io lavoro in un negozio di Telefonia ed ovviamente la cosa mi spaventa, sicuramente iliad ha portato novità per la vendita di sim, però così facendo si rischia di mettere a rischio molti posti di lavoro, per altro di persone che lo fanno con passione, professionalità, e tanto amore anche nei confronti di persone che hanno bisogno di aiuto quotidianamente per potersi orientare o affrontare dubbi che il mondo di internet e dello smartphone gli mette di fronte, poi è chiaro e democratico che tutti hanno la propria idea

  7. Purtroppo il problema occupazionale, a parere mio, va affrontato in maniera totalmente separata. E riguarda in toto i processi di rivoluzione digitale. Non solo in questo settore.

  8. Cliente iliad da diversi mesi, ho trovato il modo con cui iliad propone acquisto SIM innovativo, forse un po’ più difficile da comprendere dalle persone anziane, abituate al “contatto diretto” con gli addetti. Dobbiamo adeguarci al resto d Europa, dove le novità son viste con minor diffidenza, anziché curiosità e adeguatezza. Vediamo che succede in aprile, cosa niel tirerà fuori dal cilindro.

  9. Sono stato uno dei primi Clienti ILIAD e posso affermare con certezza con certezza che mi sono trovato bene dal primo giorno, sono Onesti e Seri e quello che scrivono lo mantengono a differenza degli altri gestori, non fanno Addebiti se non autorizzati, la consiglio FORZA ILIAD 👍👍👍👍👍👍👍

  10. Sono cliente della prima ora, e anche mia moglie.Le lamentele degli altri gestori sono lacrime di coccodrillo.È ottima.

  11. Le simbox spariscono poiché Iliad sta facendo la fine di Bip Mobile…purtroppo! Prova ne é che i “vecchi” gestori non si curano più da un pezzo di contrastarla con tariffe aggressive, hanno dimostrato di aver mantenuto comunque una buona fetta dei propri clienti, ed anzi hanno imparato a risparmiare ancor di più usando i metodi iliad dopo averli fatti sperimentare a quest’ultima a suo rischio. Iliad ora si trova nella condizione di avere antenne che altri non vogliono perché già ne hanno a sufficienza, essere piena di debiti, dover ancora sborsare soldi per attivare la propria rete e per di più pagare anche l’affitto a Wind. Insomma una situazione complicata e difficile da cui non sa come uscirne. Se vi sembra poco….

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here