Test di rete in corso per la nuova compagnia telefonica Iliad. A confermarlo è Maxime Lombardini che ha parlato dell’avventura italiana del gestore al termine della presentazione dei dati del gruppo relativi al 2017. Iliad cresce in Francia e guarda con ottimismo all’ Italia. E ormai manca davvero poco.

Iliad logo
Iliad. Maxime Lombardini conferma i test di rete. Ultime operazioni prima della partenza. E intanto ecco i movimenti di Kena Mobile e Vei di Vodafone.

Benedetto Levi, AD italiano della compagnia, aveva parlato nella sua prima intervista al quotidiano La Repubblica di un generico “entro l’estate”. Altri rumors da noi riportati avevano invece ipotizzato un lancio ad aprile. Quello che sappiamo con certezza è che a breve termineranno i corsi di formazione per gli addetti dei call center e che anche la concorrenza è in forte movimento proprio in questi giorni.

Vodafone sta facendo girare per l’ Italia i propri rappresentanti commerciali, per diffondere nei negozi multi-marca il prodotto low cost Vei – Ho Mobile. Come detto gli inglesi aspetteranno per il lancio le prime mosse dei francesi. Kena invece come da noi anticipato, subirà un profondo restyling della propria proposta, uscendo per così dire da una lunga fase beta test.

Secondo fonti dell’ottimo MondoMobileWeb, Kena Mobile introdurrà presto l’utilizzo del 4G e lancerà la sua prima campagna pubblicitaria televisiva, con Fedez e Lino Banfi come testimonial. Quindi vedremo i primi spot Kena e i primi di Iliad, praticamente durante lo stesso periodo.

Lombardini di Iliad conferma inoltre che addetti Iliad stanno girando il Paese con speciali apparecchiature per l’ultima verifica della copertura di rete. Copertura che, ricordiamo, sarà garantita da Wind Tre in ran sharing e dalle antenne autonome dell’operatore. Ultimi test che si effettuano proprio a ridosso della partenza.

Insomma, sono giorni di grandi movimenti che come sempre cerchiamo di riassumervi e raccontarvi in maniera costante e puntuale. Se volete però non perdervi nessuna anticipazione su Iliad e sui suoi concorrenti iscrivetevi subito al nostro Gruppo Facebook dedicato e al Canale Telegram tematico.

Iliad, i dati dell’avventura italiana

Durante lo stesso appuntamento con la stampa, Iliad ha sviscerato i dati dell’ avventura italiana del gestore. Nei conti del 2017 risultano 50 milioni di euro versati a Wind Tre per la cessione delle frequenze e 314 milioni allo Stato per il rinnovo delle frequenze a 1800 MHZ. A fine 2017 Iliad contava solamente 80 dipendenti. Una struttura dinamica ed estremamente leggera per affrontare la sfida low cost.

Durante le domande dei giornalisti, Lombardini ha ribadito di puntare al 10% del mercato italiano per far rientrare il gruppo dell’investimento.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here