Home » Blog Telefonia » Libero Mail – Virgilio Mail oggi 16 giugno 2023. Aggiornamento

Libero Mail – Virgilio Mail oggi 16 giugno 2023. Aggiornamento

Problemi con Libero Mail e Virgilio Mail oggi 16 giugno 2023. Il mondo del digital e delle telecomunicazioni è ancora una volta in subbuglio con i servizi di posta elettronica Libero Mail e Virgilio Mail nuovamente offline. Questo fatto segue il lungo storico disservizio già registrato nei mesi scorsi che ha scatenato non pochi malumori tra gli utenti.

Racconta qui la tua esperienza con Libero Mail e leggi le opinioni di altri utenti..

Situazione attuale Libero Mail e Virgilio Mail

L’azienda IOL (ItaliaOnLine), a differenza della precedente occasione, sembra essere completamente consapevole della situazione attuale. Ha dichiarato, attraverso un comunicato ufficiale, che l’attuale interruzione del servizio è dovuta a un intervento di manutenzione già pianificato. Eppure i problemi proseguono ormai da ieri.

Negli ultimi mesi, sia Libero Mail che Virgilio Mail hanno affrontato una serie di problemi di funzionamento, suscitando il malumore di migliaia di utenti che hanno trovato i loro servizi di posta elettronica inaccessibili per diverso tempo senza un preavviso adeguato. Molti di loro hanno fatto sentire la loro voce attraverso vari canali, compresi i social media, sollevando questioni sulla qualità e l’affidabilità dei servizi, soprattutto quelli gratuiti offerti dai brand Virgilio e Libero.

Aggiornamenti su Libero Mail e Virgilio Mail

Questa volta, però, la società ha scelto un approccio proattivo, comunicando anticipatamente la manutenzione attraverso gli aggiornamenti sui loro canali ufficiali.

Nonostante ciò, molte persone si chiedono ancora come ripristinare i loro account di posta elettronica e come garantire che i futuri aggiornamenti non interrompano di nuovo il normale flusso delle loro attività quotidiane. L’azienda non ha ancora fornito informazioni sul rientro della problematica e quindi sul termine dell’update dei sistemi.

Sebbene l’interruzione del servizio sia stata annunciata come temporanea, non è stata infatti fornita una tempistica chiara per quando gli utenti possono aspettarsi di vedere i servizi di posta Libero Mail e Virgilio Mail nuovamente online.

A questa punto la domanda è: Libero e Virgilio saranno in grado di recuperare la fiducia dei loro utenti dopo questi ripetuti disservizi? Soprattutto chi lavora quotidianamente con la posta elettronica, può tollerare periodi di offline così lunghi? Cosa ne pensate?


Foto dell'autore
Fabrizio Giancaterini. Fondatore del blog UPGO.NEWS e attuale amministratore. Seo e content marketer si occupa di individuare ciò che può interessare i follower del canale. Si occupa quotidianamente dei rapporti con i partner, cercando di creare costantemente un filo diretto ed informale con le compagnie. Nel 2020 fonda anche UPGO.IT SRL, impresa digitale specializzata nella creazione di contenuti di valore per il web. Fabrizio Giancaterini su Facebook

24 commenti su “Libero Mail – Virgilio Mail oggi 16 giugno 2023. Aggiornamento”

  1. Oggi ho telefonato al numero indicato nel sito Libero per l’assistenza (ho dei documenti importanti di viaggio che non riesco a recuperare, non riesco a interagire con la banca perché ho inserito nel sito la email di libero), mi risponde un’operatrice straniera che parla a malapena italiano, non riesce a rispondere a nessuna delle mie domande, mi dice provi stasera o domani a rientrare nella sua posta elettronica, non avevo bisogno dell’assistenza per una risposta del genere. Disservizio non ammissibile nel 2023 e nemmeno la decenza di un servizio di assistenza all’altezza. Appena posso cambio gestore.

    Rispondi
  2. purtroppo la colpa e solo mia, dopo i disservizi di gennaio avrei dovuto passare a gmail, purtroppo per farlo adesso devo aspettare i comodi di questi signori che non si degnano nemmeno di comunicare le tempistiche. nessuno interviene , viviamo in italia o in un paese del terzo mondo?

    Rispondi
  3. DANNI A NON FINIRE ALLE DITTE E SOCIETA’ CHE HANNO LA PEC VIRGILIO E LIBERO.
    CAMBIARE IMMEDIATAMENTE, PERCHE’ DA OLTRE 48 ORE NESSUN SEGNALE PER IL RIPRISTINO DEL SERVIZIO O COMUNICAZIONE DI SCUSE.

    Rispondi
  4. penso solo che il 3 giugno 2023 mi è stato rinnovato automaticamente il servizio a pagamento PEC.
    Penso anche che Iol farebbe bene a dare almeno una previsione, ovviamente attendibile, di ripristino del servizio.
    Certo è che dopo il disservizio di gennaio/febbraio, che se non erro era anch’esso riconducibile ad un aggiornamento HW o SW che sia, mi sarei aspettato maggiore attenzione nel eseguire ulteriori interventi “a rischio”.
    Non credo che tutto ciò possa restituire un’immagine di serietà e responsabilità.

    Rispondi
  5. Questo prolungarsi di indisponibita de libero mail crea non pochi disservizi a utenti che la usano anche per servizi tipo richiesta di ricette ecc. Dovrebbero dirci i tempi di riavvio altrimenti andare su altri tipi di posta

    Rispondi
  6. Ho provveduto a cambiare il mio indirizzo di posta elettronica con altro operatore, comunicandolo a tutti i miei referenti, visto l’inaffidabilità di Libero e i tanti problemi che causa agli utenti

    Rispondi
  7. io sto aspettando entro il 30 giugno i conteggi e le modalità di pagamento relativi alla rottamazione quater delle mie cartelle esattoriali da parte dell’Agenzia delle Entrate Riscossione di Reggio Emilia . Se kerdj questa opportunità avrò un danno di migliaia di euro e chiederò i danni subiti a Libero.

    Rispondi
  8. Non possono bloccare in questo modo ,stanno rovinando le persone che usano tutti i giorni questo servizio .E la beffa è chi usa libero.it su varie app non può neanche cambiare email altrimenti azzera tutto e bisogna registrarsi di nuovo ed e molto più di un danno morale ,si perdono molti contatti di lavoro e comunicazioni urgenti ad esse collegate

    Rispondi
  9. É uno schifo, ma siamo in Italia, la tutela c’è solo per i delinquenti. Se sei un privato cittadino e non puoi permetterti di buttar via denaro e tempo per avvocati, non hai diritti.

    Rispondi
  10. E una rottura mettono nei casini le persone dovevi usare uno sconto Trenitalia salvato nella mia posta e non ci sono riuscito cambierò gestore non se ne può più ,che fallissero.

    Rispondi
  11. Assurdamente inaccettabile lasciare utenti senza possibikita di recupero mail per così tanto tempo.
    Solitamente la manutenzione viene fatta di notte con il minor flusso di utenti e per qualche ora. Solo virgilio ha la capacità di dilatare tempo w spazio all’infinito nella completa disinformazione.

    Rispondi
  12. Penso che qualora e spero presto ripristinino il servizio nonostante sia cliente da anni lascerò’ Libero non è tollerabile un disservizio simile

    Rispondi
  13. Credo che sia una cosa inaccettabile non avere notizie da quasi due giorni da parte dello staff di Virgilio prenderò in seria ipotesi l idea di abbandonare a titolo definitivo la mia casella di posta elettronica che da anni mi aveva accompagnato nel mio mondo del lavoro

    Rispondi
  14. È vergognoso che dopo 3 giorni ancora non è stato ripristinato il disservizio!!!!Appena possibile cambio account!

    Rispondi
  15. Sinceramente il di servizio causata da entrambi le parti merita solo una denuncia. In quando e inaccettabile una situazione del genere.
    Queste due società stanno solo prendendo in giro centinaia di persone. Io mi auguro che le nostre mail nn vanno perse come e gia successo e poaso garantire che questa volta chiedo un risarcimento danni.
    Una cosa del genere nn si e mai visto.
    Vergogna
    Nn si sono ne anche degnati a comunicarci le tempistiche..
    Che agonia

    Rispondi
  16. Che è bene che cambino area di business. Non è tollerabile quello che fanno. Spero che smettano di fare questo lavoro.

    Rispondi
  17. non ci sono parole per esprimere il disappunto creato da questo nuovo enorme disagio e per la pessima gestione dei problemi da parte dell’azienda, inevitabile la migrazione verso altri account

    Rispondi
  18. Possibile che dopo il blocco dello scorso gennaio, chi gestisce questo servizio indispensabile per chi ci lavora e non solo per loro ma anche per chi aspetta certificati medici, ecc. Rimango basito

    Rispondi

Lascia un commento