Conoscere la copertura effettiva dei nostri gestori telefonici da oggi sarà più facile. Grazie ad AGCOM, che mette in rete la prima fonte ufficiale e indipendente sulla copertura fissa e mobile delle compagnie telefoniche italiane. Si tratta di una piccola rivoluzione. Fino ad ora le uniche fonti per conoscere la copertura mobile e la copertura fissa dei singoli gestori erano i siti web delle stesse compagnie telefoniche. Ora AGCOM mette online un dato più esatto e comunque imparziale.

AgCom mappa copertura
Mappa della copertura della telefonia mobile e fissa. AGCOM pubblica per la prima volta i dati in suo possesso. Si tratta del più affidabile strumento indipendente per la verifica della copertura dei servizi di telefonia e telecomunicazione.

La reale copertura del territorio italiano da parte dei servizi a banda larga, sia di rete fissa che mobile, così come l’effettiva qualità degli stessi nella varie zone del nostro Paese, è stata spesso oggetto di analisi fumose e poco dettagliate.

L’Agcom, l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha deciso di colmare questa lacuna, spesso dovuta alla poca precisione nelle mappe messe a disposizione dai provider, con la prima “Broadband map” italiana.

Si tratta di un sistema facilmente consultabile sia da PC che da dispositivi mobili che finalmente fornisce informazioni dettagliate sul tipo di infrastrutture disponibili sul territorio nazionale, sui servizi offerti e sulla loro reale copertura.

Immettendo nel sistema il proprio indirizzo di residenza ognuno potrà comodamente seguire da casa l’evoluzione dell’offerta di accesso ad internet relativa alla propria zona, monitorando l’installazione di nuove infrastrutture o l’arrivo della copertura di un’offerta che prima non era disponibile.

La Broadband Map. Uno strumento indipendente a disposizione dei consumatori

La broadband map, che rientra come punto strategico del decreto Salva Italia, non sarà utile ai soli consumatori, ma permetterà agli stessi operatori di pianificare in maniera più efficiente i propri piani di sviluppo e di investimento.

La nuova mappatura segnalerà alle istituzioni quelle zone ancora sprovviste di copertura adeguata, configurandosi come utile strumento per promuovere iniziative mirate geograficamente a colmare il divario digitale che c’è da regione a regione in relazione alla connettività a banda larga e ultralarga.

Copertura Tim, Vodafone, Wind, 3, ADSL e Fibra Ottica. Tutti i dati nella nuova app di AgCom

Il sistema fornisce la localizzazione delle infrastrutture per le reti in rame e fibra ottica, dei siti di tecnologia wireless e dei ripetitori per le linee mobili. Non solo, sul lato dei servizi la “broadband map” contiene le informazioni relative al numero di abbonamenti su base nazionale, regionale e provinciale, nonché l’indicazione della reale velocità di queste reti nelle varie zone d’Italia.

Questi ultimi dati, però, sono da intendersi su modello probabilistico e sono calcolati attraverso un algoritmo che simula le prestazioni delle reti in base a dei criteri tecnici pre-impostati che tengono conto della reale lunghezza dei singoli collegamenti. (leggi anche Copertura Wind Tre)

Parallelamente alla sezione dati e statistiche, è disponibile una vera e propria mappa tridimensionale per verificare in maniera ancora più intuitiva e dettagliata la copertura nella propria città, analizzando le differenze di velocità e prestazione che ci sono sulle diverse linee da quartiere a quartiere.

Scegliendo la tecnologia di proprio interesse (ADSL, FTTC, 2G, 3G e 4G) e l’area geografica entro cui verificare copertura e velocità, è possibile anche creare una mappa personalizzata da poter consultare di volta in volta per evidenziare eventuali cambiamenti nel servizio.

Per la costruzione di questa banca dati l’Agcom ha prima avviato uno studio pilota con i principali operatori del settore al fine di identificare le caratteristiche tecniche comuni per raccolta dei dati. e, dopo aver sviluppato le tecnologie di analisi geografica e di renderizzazione cartografica, sono state inserite tutte le informazioni raccolte nella mappatura dinamica.

I dati sono forniti sul portale in modalità aperta e sotto la licenza creative commons “attribuzione”. Per consultare le mappe sempre aggiornate, visitate il link: https://agcom.maps.arcgis.com/