Italia2 di Mediaset chiude. Il progetto non è andato bene e sarà, in parte sostituito dal canale 20 dove adesso c’ è ReteCapri. Ecco i nuovi piani di Mediaset per riprendere quel pubblico fuggito via dalla generalista: maschile e giovane.

Italia2 chiude
Chiude il canale Mediaset Italia2. Fine delle trasmissioni per la seconda rete giovane. La verità è che Mediaset ha perso terreno sul target giovani uomini e ora prova a rilanciarsi con il nuovo Canale Venti e Focus. Ecco le novità digitali del Biscione.

Rivoluzione in corso per i canali born digital di Mediaset. Il Biscione, dopo i primi anni di digitale terrestre, vuole rivedere la propria strategia e tentare di recuperare il pubblico perso. Soprattutto quello appartenente ad un preciso target: quello maschile, più giovane, estremamente prezioso per gli inserzionisti. Il Biscione sa benissimo che quello è un target poco attratto dai reality e dagli show di Maria De Filippi.

Tutto pubblico passato ai canali Sky e ai tanti nuovi tematici distribuiti sulla piattaforma DTT. E anche attratto dagli over the top, Netflix in testa. Il terreno in effetti perso rispetto ai tempi d’oro della televisione commerciale è quello di riferimento di Italia1. La tv giovane e maschile perde appeal di anno in anno. I soldi per nuove produzioni sulle reti giovani di Mediaset sono pochi e gli ultimi esperimenti sono stati tutti un flop.

Oggi il palinsesto di Italia1 ha come unico punto fermo Le Iene che si dice non riescano a migrare sull’ ammiraglia Canale5 a causa di un aut aut del potente Antonio Ricci.

La crisi del brand Italia1 è talmente forte che il primo canale della tv free a chiudere nella storia di Mediaset sarà proprio la sua rete sorella: Italia2. Una cancellazione di prestigio che vedrà una completa ridefinizione dell’ offerta di reti tematiche targate Mediaset.

La prima mossa per allargare il pubblico della televisione gratuita è riprendersi Focus, ora in mano a Discovery. Il canale utilizzava il noto brand Mondadori, sorella di Mediaset e l’ accordo per la cessione del marchio non è stato rinnovato con i temibili rivali. Mediaset quindi si riprenderà Focus anche se sarà evidentemente costretta a ridefinirne completamente il palinsesto, visto che contenuti e programmi erano tutti di Discovery Media.

Il nuovo Focus di Mediaset sostituirà Italia2 occupandone il canale, il numero 35. Una posizione niente male e che, ai piani alti di Mediaset, pensano debba fruttare più di quello striminzito 0,3-0,4% che porta oggi Italia2. La chiusura definitiva di Italia2 dovrebbe avvenire entro un paio di mesi, come confermato dalla preparata redazione dell’ “Italia in Digitale” e dal blogger-doppiatore Antonio Genna.

La scommessa del canale (quasi premium) VENTI

Serie tv americane di successo e cinema ritroveranno spazio sul nuovo canale Venti, posizionato appunto sulla LCN numero 20 acquisita da ReteCapri (già da diversi mesi Mediaset controlla e gestisce provvisoriamente il palinsesto della storica rete del Sud Italia).

Da tempo è tenuto in piedi un palinsesto privo di logica, zeppo di programmi datati dell’archivio ex Fininvest e tante televendite Mediashopping. Solo un riempitivo in attesa del lancio di Venti, il nuovo canale di punta del gruppo di born digital Mediaset, un gruppo di piccole reti tematiche da nano-share. La5, TopCrime, Iris, TgCom24, Mediaset Extra e, in partnership con Turner, i canali kids Cartoonito e Boing.

Iris va molto bene. La5 se la cava, TopCrime idem e Mediaset Extra vive come catch-up tv e prende ossigeno dalla trasmissione h24 del Grande Fratello.

Ora che Italia2 termina le proprie trasmissioni, cosa ne sarà dei programmi attualmente in onda sulla rete?

Qualcosa traslocherà direttamente su Italia1. Alcuni, pare, saranno ereditati dal nuovo Canale Venti di Mediaset. In particolare traslocheranno le serie di richiamo come The Big Bang Theory e Shameless.

Come detto, il 20 trasmetterà gran parte del materiale acquisito in esclusiva da Mediaset dalle major Warner e Universal così da sfruttare quei costosi diritti presi per alimentare la pay tv Mediaset Premium che di fatto, non porta alcun risultato per Cologno Monzese.

Canale 20 sarà un’ offerta editoriale prestigiosa. Un mix di serie e film d’ importazione che sfiderà in diretta concorrenza Rai4 che grazie a prodotti di library si porta a casa tranquillamente un risultato che va dall’ 1 al 2% di share. Che per Mediaset sarebbe oro, in questo momento.

Leggi anche: Witty Tv, che cos’è?

Che fine faranno gli anime trasmessi da Italia2?

Preoccupazione sopratutto per i fan degli anime giapponesi, per i quali Italia2 era certamente un canale di riferimento. Al momento non si hanno notizie su che fine faranno questi prodotti molto particolari, che catalizzano l’ attenzione di molti affezionati ma che Mediaset ha in più occasioni maltrattato. Gli show tipo Dragon Ball o Naruto sono praticamente spariti da Italia1 ed un tempo venivano trasmessi da un altro canale scomparso, questa volta a pagamento: il vecchio Hiro di Mediaset Premium.

Torneranno tutti su Italia1? Possibile ma certamente, non in fasce orarie troppo prestigiose.

Nuova piattaforma streaming per Mediaset

Dalle parti di Mediaset si continua a parlare di streaming, anche se i progetti sono ancora tutti in cantiere. Cologno Monzese sa bene che deve tirare giù carte più importanti per giocare realmente la sfida dello streaming. Presto vedrà la luce un nuovo servizio Mediaset On-Demand, sullo stile di Dplay di Discovery.

La sfida per recuperare gli uomini e i giovani passa anche dalla modalità di fruizione e non solo dai contenuti.

Per questo Mediaset tornerà entro il 2018 ad investire sulla rete e sulle app, cercando di acchiappare quel pubblico poco attratto dalla classica tv lineare.

SHARE

Lascia un tuo commento