Perché Netflix fa poca pubblicità? Secondo i dati, gli investimenti di Netflix nella pubblicità sono relativamente limitati, almeno se confrontati con gli ambiziosi obiettivi della piattaforma streaming nel nostro Paese. E anche nel resto del mondo la musica non cambia. Netflix fa poca, pochissima pubblicità. E nonostante sia una creatura totalmente digitale crede nella vecchia formula del passaparola. E dalla sua ha un pubblico fidelizzato che è quasi una tribù.

Netflix la più grande invenzione
Netflix è la più grande invenzione di sempre. Per quanto riguarda l’ intrattenimento, certo. Ecco perché la super piattaforma americana è arrivata qui da noi senza nemmeno bisogno di molta pubblicità.

Perché? Sono tirchi? Non vogliono crescere? No. Netflix non ha bisogno della pubblicità. E questa scelta è il chiaro segnale che Netflix sia una delle più grandi invenzioni dell’ uomo nel campo dell’ intrattenimento. Nel titolo ho usato il termine tv, che è ovviamente improprio. Netflix non è un canale tv ma un mondo incredibile. E per capire quanto poco hanno bisogno della pubblicità per farsi conoscere, ho riflettuto su quando io stessa, ho attivato il mio primo abbonamento. Perché l’ ho fatto? Perché mi sono abbonata a Netflix?

Leggi anche: Meglio Netflix o Sky? oppure Meglio Netflix o Infinity?

Sono stata tra i primi. Quando Netflix è sbarcata nel nostro Paese io ero già pronta e bella fidelizzata. Perché? Perché a differenza di analoghi prodotti concorrenti, Netflix in fondo la conoscevamo già tutti. E nessuno di noi millenials aveva dubbi sulla qualità dell’ offerta. Un vantaggio non da poco, in termini marketing, rispetto ai concorrenti come Sky che deve stare lì, tutti i mesi, a pubblicizzare i film e le serie tv in esclusiva. Sky è un contenitore e deve promuovere il contenuto. Netflix è entrambe le cose. E’ contenitore ma al tempo stesso contenuto.

Netflix è social. E basa il suo marketing sulla viralizzazione e sul passaparola. In processi tanto solidi che, anche quando in Europa Netflix ancora non esisteva noi già la conoscevamo tutti. Ma proprio tutti.

Almeno nel settore degli scaricatori, incalliti, di serie televisive. Quelli incastrati davvero e che facevano le 4 del mattino per vedere le contemporanee degli show USA.

La vera forza di Netflix sta nel fatto che produce. Non solo distribuisce. Gli appassionati di Orange is The New Black hanno quindi potuto conoscere quel semplice rosso logo con la N già molto prima dell’ effettivo lancio. Lo hanno associato a prodotti di qualità. A ricercatezza e divertimento. E quando Mediaset Premium trasmetteva Orange is The New Black non solo trasmetteva uno show di sconfinata bontà. Trasmetteva uno spot pubblicitario per quello che da lì a poco, sarebbe diventato un concorrente diretto.

E non è un caso che oggi Premium, che mai ha avuto la potenza di fuoco di produrre show in casa, sia in seria difficoltà.

Quando Netflix è arrivata in Italia, la sensazione inconscia era: perché pagare le costose pay tv se posso ciucciarmi lo spettacolo direttamente dal produttore? Da chi fabbrica questo sogno che sono le nostre serie preferite.

Netflix ha questa forza qui. Che la rende molto poco bisognosa di pubblicizzare il proprio prodotto. Se fossi in quelli di Sky mi preoccuperei. E molto.

SHARE

4 commenti

  1. è Netflix a doversi preoccupare, perchè sta già diventando obsoleto grazie allo streaming gratuito che viene offerto da programmi come Popcorn Time

Lascia un tuo commento