Home » Energia » Octopus vs Enel: tariffe doppie e una quota di mercato enorme

Octopus vs Enel: tariffe doppie e una quota di mercato enorme

Nei giorni scorsi Giorgio Tomassetti, CEO di Octopus Energy Italia, ha rilasciato un’intervista a DDay. Una chiacchierata nella quale Tomassetti è entrato a gamba tesa contro i due concorrenti principali. Per l’AD serve più trasparenza e regole più chiare sulle bollette, al fine di scalfire la posizione di forza di Enel che oggi arriva al 60% del mercato libero pur praticando, secondo il CEO, prezzi doppi rispetti a Octopus. L’obiettivo di Octopus è fare concorrenza seria. E noi abbiamo deciso di seguire da vicino quest’avventura. Qui su www.bollettaenergia.it trovate la nostra video recensione di Octopus mentre qui su Facebook trovate il gruppo indipendente di clienti del nuovo gestore.

Entra nella nuova community indipendente di Octopus Italia su Facebook, fai domande o condividi la tua esperienza >>

polipo viola simbolo di Octopus su una città con pale eoliche

Insomma per Octopus Energy il segmento energy ha necessità di regole più chiare e norme che stimolino realmente la concorrenza. Gli operatori energia sono tanti eppure ad oggi i due player più grandi, Enel ed Eni, hanno in mano il 70% del mercato. È quindi evidente, a poche settimane dalla fine definitiva del mercato tutelato, che qualcosa non abbia funzionato. Con regole più chiare e obblighi di bollette trasparenti, spiega l’AD, il 60% della quota di mercato di Enel si esaurirebbe in pochi giorni.

Nonostante le difficoltà imposte da un mercato dominato da grandi operatori, Octopus Energy mostra un approccio davvero molto ottimista e super innovativo, supportato da un modello di business solido e l’investimento massiccio degli azionisti.

L’azienda pone l’accento sulla necessità di una maggiore trasparenza e semplicità nel mercato energetico italiano, criticando l’attuale mancanza di campagne informative e inefficienze nel sistema di bollettazione. Anche perché l’azienda ha l’ambizione di espandere significativamente la sua presenza in Italia, puntando a raggiungere i 200.000 clienti entro la fine del 2024.

L’obiettivo di Octopus Energy però è andare oltre l’offerta di tariffe vantaggiose, mirando a creare relazioni durature con i suoi clienti e a integrarsi attivamente nelle comunità locali, rafforzando il legame con il proprio pubblico.

Come abbiamo già scritto, il modello di business di Octopus Energy trae ispirazione dal successo di Iliad nel settore delle telecomunicazioni, mirando a combinare prezzi accessibili con un’elevata qualità del servizio, e a mantenere una politica di trasparenza nei prezzi.

fonte: intervista a DDAY di Giorgio Tomassetti


Foto dell'autore
Fabrizio Giancaterini. Fondatore del blog UPGO.NEWS e attuale amministratore. Seo e content marketer si occupa di individuare ciò che può interessare i follower del canale. Si occupa quotidianamente dei rapporti con i partner, cercando di creare costantemente un filo diretto ed informale con le compagnie. Nel 2020 fonda anche UPGO.IT SRL, impresa digitale specializzata nella creazione di contenuti di valore per il web. Fabrizio Giancaterini su Facebook

Lascia un commento