PosteMobile da WindTre a Vodafone

PosteMobile passa dalla rete WindTre a quella Vodafone. Ma cosa cambia per i clienti? A che tipo di disservizi potrebbero andare incontro? Bisognerà sostituire la sim?

A seguito della diffusione della notizia del passaggio dell’ MVNO PosteMobile dal network WindTre a quello Vodafone (notizia riportata poco fa da Virgilio Milano su 4Fan.it) abbiamo deciso di completare la copertura della questione, rispondendo rapidamente ad un po’ di domande che potrebbero porsi.

Tutto quello che c’è da sapere sulla migrazione dei clienti PosteMobile da WindTre a Vodafone…

Cosa accade quando un gestore mobile virtuale cambia rete?

Come probabilmente sapete, un gestore virtuale si distingue da un gestore “classico” per il solo fatto di non possedere una propria rete mobile. Per funzionare, quindi, tecnicamente va in “roaming” con un altro operatore. Quindi si appoggia alla rete di un gestore dotato di licenze e rete mobile.

Il cambio del partner di appoggio è però una questione che varia da gestore a gestore. Dipende principalmente se l’operatore MVNO in questione è un Full o un Esp. Il Full Mvno è la modalità più avanzata di gestore virtuale. Si tratta di un operatore che anche se virtuale gestisce interamente la propria piattaforma tecnologica, emettendo proprie sim card. Con proprie carte sim, l’MVNO è libero di cambiare rete di appoggio, senza creare particolari disagi alla propria clientela.

Diversa è la situazione che si crea quando il gestore è un semplice ESP MVNO. Questo status tecnico, tipico degli operatori molto piccoli, costringe i clienti a cambiare sim, effettuando di fatto una piccola portabilità interna. E’ avvenuto un sacco di volte nel passato. Ed è avvenuto anche nella storia di PosteMobile, nel primo passaggio da Vodafone (dove il gestore esordì) a quella di Wind (poi divenuta WindTre).

PosteMobile deve cambiare sim?

Ecco, PosteMobile, tranquillizziamo subito i lettori, non dovrà effettuare il cambio sim. Perché, come spiegato sopra, è proprio un FULL MVNO. La forma più avanzata tecnologicamente parlando. Se non per la rete finale, l’antenna che rilancia il segnale, PosteMobile sviluppa internamente tutte le soluzioni tecniche, occupandosi dell’emissione delle carte e dell’instradamento delle telefonate e del traffico internet.

Il passaggio di PosteMobile dalla rete WindTre a quella Vodafone sarà probabilmente indolore, salvo limitati e locali problemi tecnici.

Il cliente PosteMobile dovrà fare qualcosa?

Proprio come quando ci si trova all’estero, in roaming, lo switch tra una rete e l’altra avviene generalmente in maniera automatica. Quindi in teoria, non c’ è alcun bisogno di forza l’aggancio ad una determinata rete. Il passaggio dei clienti PosteMobile dalla rete WindTre a quella Vodafone, avverrà in maniera assolutamente automatica.

Perché PosteMobile passa a Vodafone?

La posizione da full MVNO permette di fatto al virtuale di muoversi in maniera molto dinamica, ricontrattando periodicamente gli accordi con i propri fornitori di rete. In questo caso, non sono noti i termini economici che legheranno PosteMobile a Vodafone, fatto sta che PosteMobile si è mossa sul mercato portando con sé circa 3 milioni di clienti. Che non sono proprio pochissimi.

A quel punto, bussando alle porte di Tim, Vodafone e WindTre con questa bella dote, ha cercato con tutta probabilità di strappare l’accordo migliore. Sia in termini economici che di qualità del servizio offerto.

Senza la necessità di accollarsi grandi investimenti per la costruzione delle reti e con la possibilità di saltare qua e là tra diversi provider, potremmo dire che la posizione dell’MVNO è davvero molto comoda. Ed è, secondo noi, una cosa buona se questo meccanismo porta a maggior offerta per il consumatore finale. Quindi ok.

PosteMobile Creami Giga
Il logo di PosteMobile

Per i clienti PosteMobile è meglio o peggio?

Bella domanda. Qui su UpGo.news, chi ci segue lo sa bene, sottolineamo sempre che la questione copertura non può essere in alcun modo resa in maniera oggettiva. È possibile che una zona sia ben coperta da una rete piuttosto che un’altra. Ciò detto, è doveroso ammettere che oggi probabilmente la rete di Vodafone è superiore a quella di WindTre (che comunque, in questi mesi di aggiornamenti post-fusione, ha fatto passi da gigante).

Insomma, questo passaggio da WindTre a Vodafone, per i clienti PosteMobile è potenzialmente molto positivo.

Se volete, potete leggere la nostra recensione completa di PosteMobile a questa pagina, dove raccontiamo SECONDO NOI pregi e difetti del virtuale di PosteItaliane.

Naturalmente, appena il passaggio si concluderà, proveremo di nuovo la sim PosteMobile su rete Vodafone e provvederemo ad aggiornare la nostra review.

Cercheremo ora, nello spazio commenti, a rispondere alle vostre domande su questo passaggio. Se avete dubbi o ulteriori considerazioni sulla notizia dell’accordo tra Poste e Vodafone, fatecelo sapere nell’apposito spazio qui sotto.

Fabrizio Giancaterini è il fondatore di UpGo.news e CEO di UpGo.it SRL. E' un imprenditore digitale e consulente sui temi del blogging e della comunicazione online. Cura contenuti per UpGo.news e progetta il calendario editoriale del sito, sulla base dei trend e degli interessi dei lettori.

7 commenti

  1. Quello che non è chiaro è postemobile casa passa completamente sotto Vodafone? O rimane telefono fonia Vodafone e dati fastweb…. Sotto rete wind…. L’accordo sembra fatto solo per il mobile cosa devono aspettarsi i clienti postemobilecasa

    • Per quanto riguarda PosteMobile Casa la situazione dovrebbe restare quella attuale, con le due reti fonia / voce. Più avanti tutto sarà più chiaro e aggiorneremo anche questo post

  2. Per quanto mi riguarda scelta sbagliata quando ci si appoggiava a Vodafone prima non si vendevano molte sim adesso con Windtre si. Personalmente quando la rete era Vodafone/Omnitel non andava bene e migrati subito cosa che rifarò a breve pur avendo buona offerta con cash back.

  3. Ora con Postemobile si naviga alla massima velocità disponibile, poi con il passaggio alla rete Vodafone sarà sempre così o saremo limitati?

  4. Avendo Postemobile come seconda SIM in aggiunta a quella di ILIAD per non avere limitazione di dati, l’unica cosa che spero è che non abbia limitazioni di Velocità. Ciao.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here