Home » Blog Telefonia » MVNO » PosteMobile » Roaming PosteMobile. Quello che c’è da sapere

Roaming PosteMobile. Quello che c’è da sapere

Oggi su UpGo parliamo di roaming con PosteMobile. Con quale operatore nazionale va in roaming PosteMobile? Oggi quindi ci concentriamo sul gestore virtuale di telefonia mobile PosteMobile, cercando di rispondere alle domande più frequenti degli utenti riguardo alla sua copertura di rete.

PosteMobile, come MVNO full, si appoggia oggi interamente alla rete di Vodafone. Questo significa che gli utenti di PosteMobile possono contare sulla stessa infrastruttura di rete di Vodafone, garantendo una copertura ottimale su per giù in tutto il territorio italiano. Con PosteMobile, grazie al roaming nazionale con Vodafone, la connessione è quasi sempre al top, ovunque vi troviate.

Una delle caratteristiche distintive di PosteMobile rispetto ad altri MVNO è la sua autonomia tecnologica. Questo le permette di cambiare rete di appoggio senza la necessità di sostituire le sim card dei suoi utenti. Un vantaggio notevole, che rende PosteMobile ancora più competitivo nel panorama dei gestori virtuali.

Come abbiamo già scritto in altri post, dopo un periodo di collaborazione con WindTre, PosteMobile ha deciso di tornare alla rete Vodafone. Questa mossa strategica consente a Poste Italiane di elevare ulteriormente la qualità del servizio offerto grazie appunto al roaming nazionale con Vodafone.

Per gli utenti di PosteMobile, il ritorno alla rete Vodafone è stato totalmente privo di disagi poiché, essendo Poste un FULL MVNO, la compagnia virtuale ha gestito l’intero passaggio da remoto, senza la necessità di sostituire fisicamente le sim card. Il cambio rete è avvenuto quindi in maniera totalmente automatizzata, passando al roaming di PosteMobile su rete Vodafone.

Se state considerando di passare a PosteMobile o avete dubbi sulla sua copertura di rete, speriamo che questo brevissimo post vi abbia fornito le risposte che cercavate. Con la sua solida collaborazione con Vodafone e la sua autonomia tecnologica, PosteMobile si conferma come una delle scelte più affidabili e solide nel panorama della telefonia mobile italiana.


Foto dell'autore
Fabrizio Giancaterini. Fondatore del blog UPGO.NEWS e attuale amministratore. Seo e content marketer si occupa di individuare ciò che può interessare i follower del canale. Si occupa quotidianamente dei rapporti con i partner, cercando di creare costantemente un filo diretto ed informale con le compagnie. Nel 2020 fonda anche UPGO.IT SRL, impresa digitale specializzata nella creazione di contenuti di valore per il web. Fabrizio Giancaterini su Facebook

1 commento su “Roaming PosteMobile. Quello che c’è da sapere”

Lascia un commento