Samsung è un produttore molto noto per la qualità dei suoi smartphone top di gamma (in realtà in questo ultimo anno, è purtroppo molto conosciuta anche per il maxi richiamo dei Galaxy Note 7) ma da soli i Galaxy S non permetterebbero a Samsung di rimanere al primo posto nella classifica dei produttori di smartphone.

Samsung Galaxy J
Samsung nel 2017 punterà molto sul basso costo e sulla gamma Galaxy J

Per questo motivo Samsung ha creato due gamme dedicate alla fascia media, Galaxy A, e alla fascia bassa, Galaxy J. Ed è proprio su quest’ultima che la società coreana sembra puntare  dato che secondo un rapporto la società prevede di spedire circa 20 milioni di smartphone Galaxy A nel 2017. Il numero non è poi particolarmente elevato se consideriamo che questi smartphone saranno disponibili un po’ dappertutto nel mondo.

Invece,  l’obiettivo di vendita per la fascia bassa e quindi per la serie Galaxy J è stato fissato a ben 100 milioni di unità per quest’anno.

Chiaramente queste informazioni non significano molto ai fini delle vendite dato che si tratta pur sempre di previsioni (e non è detto che gli obiettivi di vendita interni per Samsung, vengano soddisfatti in questo 2017 che si preannuncia molto competitivo).

[amazon_link asins=’B01DAZH4I2,B01M5FRDJA,B01DAZH540′ template=’ProductGrid’ store=’pluginupgo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b723518a-d8c9-11e6-84e0-9d5df0513325′]

La cosa che sorprende molto è vedere come l’azienda punti tantissimo sulla gamma Galaxy J abbastanza modesta in un contesto che vede la presentazione da pochi giorni dei nuovi Galaxy A (2017) che sono particolarmente interessanti in quanto dotati di resistenza ad acqua e polvere, una caratteristica precedentemente esclusiva per la gamma Galaxy S. Senza contare poi la presenza di display AMOLED e scanner di impronte digitali, insieme all’apprezzato design che ricorda il Galaxy S7.

Ma a quanto pare nei mercati emergenti come l’India e il Sud America i telefoni Galaxy J hanno avuto molto successo nei mesi scorsi ed ora Samsung pensa di riuscire a concedersi il bis nel 2017.

Via

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here