Una nuova rivoluzione potrebbe arrivare nel prossimo futuro per quanto riguarda il mondo del calcio della Serie A, dal punto di vista della messa in onda delle partite in streaming e in tv.

Orari partite Serie A
Altro che tifosi allo stadio. I club vivono di diritti televisivi e da quest’ anno i broadcaster potrebbero scegliere anche gli orari delle partite.

La Lega di Serie A ha pubblicato i bandi online per i diritti audiovisivi internazionali relativi al Campionato ma anche alla Coppa Italia e alla Supercoppa italiana per il triennio che va dal 2018 al 2021. In un contesto ancora molto competitivo in cui i vari competitor cercano di accaparrarsi il più possibile trova spazio anche una nuova idea rivoluzionaria, atta a rendere il prodotto più appetibile per i broadcaster.

L’idea rivoluzionaria che sta scatenando molte polemiche tra i tifosi è quella di dare la possibilità a chi riuscirà ad accaparrarsi i diritti delle partite di decidere di scegliere l’orario di una partita a scelta nelle giornate decise dalla Lega.

Ovviamente la Lega ha anche stabilito delle regole ben precise su come gestire questa possibilità. Ossia un intervallo minimo di 48 ore tra due impegni della stessa squadra e nessun club potrà essere scelto più di due volte. Ma basteranno queste regole a placare comunque le polemiche? E alla fine, sono davvero più importanti le televisioni dei tifosi?

Leggi anche: Nuovi abbonamenti Sky ad agosto 2017 e settembre 2017

L’intenzione della Lega e degli addetti ai lavori è quella di valorizzare ancora di più il prodotto ma ovviamente massimizzare gli introiti economici derivanti dai diritti tv, sempre più vitali per il calcio professionistico.

LEGGI ANCHE: Premium Calcio su Sky??

Novità anche nei pacchetti che saranno venduti per aree geografiche. Le offerte potranno essere presentate a partire da venerdì 11 agosto fino al 15 settembre. Infront e Lega puntano, per il triennio 2018-2021, a raggiungere un incasso minimo di 300 milioni di euro.

Nel triennio in questione inoltre aumenteranno gli slot a disposizione della Lega per programmare le varie partite, ad esempio le gare serali verranno anticipate di 15 minuti. Ma non finisce qui perchè oltre agli orari noti – sabato pomeriggio alle 18, sabato sera, domenica alle 12.30 e domenica alle 15 – la Lega si concede la possibilità di far scendere in campo le squadre di calcio il sabato alle 15, la domenica alle 18 e il lunedì alle 20.30. 

Per i match infrasettimanali, invece, cambia qualcosa in più: due slot alle 19 e otto gare alle 21, sei il mercoledì, una il martedì e una il giovedì.

Dobbiamo quindi attenderci settimane intere di partite di calcio? Intanto si aspettano con ansia le mosse di Sky e Mediaset. Soprattutto per la tv satellitare dopo il momento di difficoltà di Mediaset potrebbe e dovrebbe approfittarne…ne parliamo anche qui di questa improntate possibilità. Tutte le notizie della rubrica Digital Tv di UpGo.news

SHARE

Lascia un tuo commento