Evidentemente dietro Free Mobile c’ è molto interesse. Come sapete, noi di UpGo.news stiamo seguendo la nascita di questa compagnia anche in Italia, grazie ad una rubrica interamente dedicata e costantemente aggiornata con novità e anticipazioni. Ma c’ è chi ha deciso di approfittare del buon nome di Free Mobile per costruire una truffa (quasi) perfetta.

Sito Fake Free Mobile
Free Mobile lanciato il sito web italiano. Ma è un falso e da Panama serve a rubare i dati degli utenti.

Stiamo parlando del sito freeper.me che presenta una bella home page, graficamente coerente e con il brand Free Mobile in bella vista, insieme ad un accattivante “Ciao Italia”.

Finalmente si parte! recita il sito. Peccato che a partire, in caso di sottoscrizione, saranno solamente i vostri dati. E per Panama, Paese sempre al centro in questo genere di truffa e dal quale, stando al registro whois, il sito fake proviene.

Insomma non si tratta in alcun modo di un canale ufficialmente legato a Free Mobile.

A dare forza alla truffa, una campagna di direct marketing via e-mail, messa in atto dagli stessi gestori del sito. In queste ore moltissimi utenti italiani ci segnalano l’ arrivo di e-mail che invitano ad un pre-ordine delle nuove sim Free Mobile.

Ricordiamo, anche se non ce n’ è probabilmente bisogno che, allo stato attuale, non esistono assolutamente in circolazione sim di Free Mobile e che la rete del nuovo gestore non è stata ancora accesa. Per l’ offerta commerciale, bisognerà probabilmente attendere la seconda parte dell’ anno.

Leggi anche: Free Mobile: 10 anni di roaming nazionale con Wind-Tre

Ma a cosa mira la truffa?

Oggi abbiamo segnalato la cosa a Iliad Telecom, che detiene i diritti sul marchio Free Mobile e che è l’ unica che può agire legalmente per chiedere l’ oscuramento del sito. Pubblicando le allettanti offerte di Free Mobile (almeno quelle per ora confermate e molto famose in Francia), il sito fraudolento ha lo scopo di rubare dati sensibili personali, documenti inclusi. Per invitare gli ignari utenti all’ invio del documento, il sito utilizza ovviamente la scusa del pre-ordine. E pare che i dati raccolti fino ad ora siano moltissimi.

Cari follower impazienti di vedere l’ arrivo in Italia di Free, se siete anche voi caduti nel tranello, vi consigliamo caldamente di sporgere immediata denuncia alle autorità competenti.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here