Sky lancerà a breve il servizio Sky Broadband. Ne parliamo ormai da diverse settimane. Anzi, sospetti di un interessamento di Sky per la telefonia si inseguono ormai da mesi.

Comcast, il nuovo proprietario vuole fare di Sky un operatore telefonico, questo è chiaro. Ma oggi siamo in grado qui su UpGo.news di darvi maggiori indizi su questa vicenda. Anzi, più che indizi abbiamo delle prove, che ci lasciano ben capire quali sono le intenzioni dell’operatore pay tv.

Come scoperto dalla nostra redazione, Sky ha da poco registrato presso l’Ufficio Marchi e Brevetti le denominazioni “Sky Broadband”, “Sky WiFi” e “Sky Internet”. Ben tre nomi che potrebbero essere le definizioni commerciali dei nuovi servizi di telecomunicazione targati Sky Italia. Iscriviti ora al nostro Canale Telegram.

Sky Broadband Italia logo
Sky Italia srl ha registrato il marchio “Sky Broadband”. Registrati anche i marchi “Sky Internet” e “Sky Wifi”. La scoperta di UpGo.news. Mancherebbe poco al lancio della telefonia a marchio Sky.

Sky Broadband. Registrato il marchio. La scoperta di UpGo.news

Registrati ufficialmente tre marchi: Sky Broadband, Sky Internet e Sky Wifi. Denominazioni di servizi che evidentemente potrebbero prendere il via già alla fine dell’estate.

In più occasioni infatti in queste settimane si è paventato uno sbarco di Sky anche nella telefonia. E diversi rumors avevano indicato la fine dell’estate come momento fertile per una discesa in campo dell’operatore della tv a pagamento, nel campo della telefonia.

Evidentemente, la registrazione da noi scoperta di tre marchi, con evidente vocazione “telefonica” conferma che i piani di Sky riguardo il settore tlc effettivamente ci sono e sono già entrati nel vivo.

A quanto pare, sarebbe il nuovo proprietario di Sky, l’americana Comcast a spingere verso una diversificazione del marchio, in un’ottica più spiccatamente digital, nella quale reti e contenuti vanno ormai a costituire un unico servizio.

Sky, in soldoni, non avrà più bisogno nel prossimo futuro di stringere alleanze con soggetti tlc tipici, come Tim e Fastweb, per veicolare su fibra i propri servizi.

Sky Fibra
Sempre più pay tv e fibra andranno di pari passo. Perché in futuro non ci sarà possibilità di veicolare contenuti senza avere il controllo anche delle reti. Per questo Sky si lancerà presto anche nella telefonia.

L’ipotesi Sky Mobile

Mentre per il fisso ormai i tasselli del mosaico, con questa ulteriore conferma, sembrano esserci tutti è ancora nebulosa l’ipotesi Sky Mobile.

Si era parlato anche di un possibile approdo nella telefonia mobile. Ma in questo caso le tracce sono di sicuro minori.

Abbiamo infatti verificato presso i database del Ministero dello Sviluppo Economico e al momento non vi alcuna autorizzazione concessa a Sky Italia srl per operare sul mobile.

Così come non c’ è alcun prefisso né MNC assegnato al gruppo italiano leader nella televisione a pagamento.

Mentre sul fisso Sky utilizzerà con molta probabilità l’infrastruttura di Open Fiber non è dato sapere l’eventuale compagnia mobile Sky quale rete utilizzerà. Di certo, come fatto in UK, Sky sarà un MVNO. Ovvero un operatore virtuale che per funzionare si appoggia alla rete di un gestore che ne è dotato.

Si era insistentemente parlato di colloqui tra Sky italia con Vodafone Italia e Tim. Ma al momento non c’ è alcun documento a confermarlo né alcuna comunicazione da parte dei gruppi industriali coinvolti.

Resta comunque altamente probabile che Sky, almeno nel medio periodo, andrà a cercare la strada della convergenza e dello sviluppo quad-play. Che detto in parole povere significa che una compagnia, con il proprio marchio, occupa tutti i posti della telecomunicazione personale. Quindi telefonia fissa, internet, offerte di contenuti tv e ovviamente il mobile.

E sarebbe proprio questo il desiderio di Comcast che immagina per Sky un futuro roseo, grazie ad un perimetro di business sensibilmente allargato alle telecomunicazioni digitali.

Una compagnia non necessariamente conveniente

Sky Mobile Telefonino
Sky Broadband potrebbe non essere un gestore low cost. La pay tv sarebbe intenzionata a fidelizzare la propria clientela “premium”, meno attenta alla spesa e più sensibile alla qualità del servizio.

Il lancio di questo nuovo gestore telefonico potrebbe aggiungere un bel po’ di pepe al segmento telefonico anche se dovrebbe profilarsi qualcosa di nettamente diverso rispetto, ad esempio, al recente lancio di Iliad.

Non è detto infatti che Sky punti troppo sulla convenienza tariffaria. Non è nel DNA di Sky e infatti anche quello inglese non è un gestore che punta troppo sulle tariffe low cost.

Più probabile che Sky scommetta sulla clientela “premium”, quella più esigente, offrendo loro servizi top gamma con prestazioni ottime. Dal punto di vista del marketing quindi, Sky gestore telefonico potrebbe essere più pericoloso per Vodafone che per Iliad o Wind Tre.

Ma ovviamente, queste, per il momento, sono solo ipotesi.

E voi cosa ne pensate del lancio di Sky Broadband e Sky Mobile? Commentate questo articolo utilizzando lo spazio apposito qui sotto.

Per continuare a leggere puntuali tutti i nostri aggiornamenti e i nostri articoli, potete iscrivervi al nostro Canale Telegram oppure scaricare l’app gratuita UpGo.news dal Google Play Store. Per oggi da UpGo.news è tutto.

2 commenti

  1. i rumors indicano che ci sarà un accordo con Open fiber la quale ad oggi non ha una copertura ottimale.Credo che passerà un bel po di tempo

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here