Nel futuro prossimo di Sky Italia la trasformazione totale in media company. La pay tv non si occuperò più solo di contenuti di pregio ma anche di reti. Sky diventerà MVNO e operatore di rete fissa. Si parla insistentemente di accordi con OpenFiber per la fibra e con Tim e Vodafone per il gestore mobile. E voi, diventereste clienti di Sky anche sul telefonino?

Sky Mobile
Non solo pay tv nel futuro di Sky. Il nuovo proprietario, vorrebbe impegnare Sky anche nel mondo della telefonia. Potrebbe nascere nel 2019 anche Sky Mobile, su reti TIM e Vodafone. Ecco i rumors del momento.

(Clicca qui per vedere le offerte di SKY oggi) Sky ha recentemente cambiato proprietà. Il gruppo si è emancipato dallo storico proprietario Rupert Murdoch per passare al mega gruppo americano Comcast, società che controlla tra le altre cose NBC e Universal. Sarebbe Comcast a prevedere per Sky un cammino di diversificazione multimediale. Quindi non solo pay tv ma anche telefonia mobile e telefonia fissa.

In parte, in effetti, la diversificazione è un processo già iniziato dalla scorsa estate quando Sky ha debuttato sul digitale terrestre. L’offerta odierna di Sky Italia non è più quindi solo sul satellite ma è spiccatamente multi-canale. Il sat, il dtt ma anche la fibra. Ecco, ora Sky per trasmettere i propri contenuti sulla fibra deve accordarsi di volta in volta con i vari gestori.

Ma cosa accadrebbe se Sky stessa diventasse un operatore veicolando l’intera propria offerta, con in più telefonate ed internet, sia a casa che sullo smartphone.

Un gestore quindi a tutti gli effetti, sul modello di quanto già avviene in UK dove Sky opera con successo sia sul broadband che nel segmento MVNO.

Qui da noi, l’accordo sul fisso, come detto, coinvolgerebbe il mega operatore wholesale OpenFiber mentre sul mobile l’offerta potrebbe essere decisamente più curiosa e, se dovessero confermarsi le indiscrezioni, assolutamente inedita.

Sky Full MVNO con Tim e Vodafone?

Sky secondo le indiscrezioni dovrebbe preferire un percorso da full MVNO. Ovvero un gestore virtuale che però emette proprie sim card e che gestisce in maniera autonoma parte del core network. Gestendo direttamente le proprie sim, Sky potrà quindi stringere accordi di roaming con chi preferisce. E si parla della possibilità di una doppia copertura Tim e Vodafone.

Con Tim e Vodafone una super copertura

Se Sky dovesse davvero contare su entrambe le due grandi reti, quella di Tim e quella di Vodafone, si profilerebbe un gestore mobile con copertura davvero eccezionale. Praticamente totale del territorio. Quindi un gestore, come è anche coerente con i valori del brand Sky, indirizzato ad un tipo di clientela esigente, alto spendente e quindi non certo in competizione con i marchi low cost.

In questo modo Sky si trasformerebbe in un punto di riferimento unico per i propri abbonati che avrebbero la comodità di avere a che fare con una fattura tipicamente quad-play, ovvero attiva su tutti i fronti. Il controllo diretto delle reti, permetterebbe a Sky di avere maggiore autonomia nei processi di sviluppo futuri e nei servizi, sempre più richiesti, di televisione on-demand.

Voi cosa ne pensate di un eventuale gestore telefonico Sky? Vi piace l’idea? Commentate questa notizia utilizzando lo spazio in basso oppure sulla nostra Pagina Facebook.

Lascia un commento

avatar