Da qualche settimana in televisione stiamo vedendo i nuovi spot Fastweb che mirano a pubblicizzare le nuove offerte e sottolineare, in maniera ironica e a tratti surreale, la totale trasparenza adottata dall’operatore telefonico nel proporre i propri piani tariffari. Soprattutto quelli appartenenti al servizio mobile, dove Fastweb opera come virtuale. Ma qualcuno si è ribellato denunciando Fastweb al Giurì della pubblicità ossia il rappresentante dell’Istituto dell’Autodisciplina pubblicitaria. Secondo le accuse le offerte Fastweb hanno costi nascosti che vengono opportunamente taciuti.

Pubblicità Fastweb
Fastweb bacchetta dall’ autorità per la pubblicità. La denuncia arriva dalla concorrenza Tim, Vodafone e Wind 3

A denunciare il comportamento illecito di Fastweb nei nuovi spot ma anche nelle varie campagne pubblicitarie distribuite sui social newtwork sono proprio i gestori telefonici concorrenti: TIM, Vodafone e Wind Tre che si sono sentiti attaccare neppure troppo indirettamente e messi sotto accuso in qualità di operatori sleali e furbetti.

Il Giurì della Pubblicità ha così indagato a fondo e si è espresso a favore dei denuncianti, ritenendo effettivamente ingannevoli i vari spot televisivi che omettono di pubblicizzare che l’attivazione di una nuova sim Fastweb ha un costo di 5 euro a cui aggiungere una ricarica iniziale di 15 euro per un totale iniziale di 20 euro. (Guarda la copertura di Fastweb Mobile)

Gli spot con la grafica a video omettono anche in piccolo, magari con il classico asterisco questi costi iniziali, concentrandosi essenzialmente sull’assenza totale di costi nascosti, evidenziando solamente il costo mensile dell’offerta.

Il Giurì della Pubblicità non ritiene però che ci sia un attacco sleale da parte di Fastweb nei confronti degli operatori concorrenti. Ma spinge Fastweb a correggere i propri spot, anche sui social, con un rimando più chiaro ai costi iniziali da sostenere e inoltre a rendere più chiari i vari canali informativi a cui ricorrere per ricevere tutte le informazioni aggiuntive.

Mentre andava avanti la procedura di accertamento davanti al Giurì, Fastweb ha corretto la sua campagna pubblicitaria cercando di rendere le informazioni più trasparenti. Inoltre su un quotidiano nazionale, a proprie spese, Fastweb dovrà anche rendere note le motivazioni della pronuncia di condanna.

Intanto la questione costi nascosti è ancora una ferita aperta anche per gli altri gestori telefonici che non sempre esplicitano a dovere nelle loro offerte i tanti costi extra di tariffe e offerte promozionali. Certo esiste il famoso asterisco che rimanda, sempre in piccolo a tutte le altre spiegazioni. Ma è sufficiente questa modalità per garantire ai clienti la piena libertà di scelta?

Fastweb. Le offerte mobili del momento e tutti i costi.

Visto che si parla di costi nascosti, vediamo di seguito di riassumere quelle che sono le offerte mobili Fastweb con tutti i costi da sostenere. Possiamo dirvi subito che i classici servizi di segreteria telefonica, ti ho chiamato, controllo credito residuo, costi di uscita dall’offerta e costo del piano tariffario di base sono sempre gratuiti.

Mobile 100

Al costo di 1,95€ ogni 4 settimane (o 0,95€ per chi i clienti Fastweb casa) offre

  • 100 minuti
  • 100 MB

Mobile 250

Al costo di 9,95€ ogni 4 settimane (5,95€ per chi è cliente Fastweb casa) e offre:

  • 250 minuti
  • 250 SMS
  • 6 GB

Mobile 500

Medesimo costo di Mobile 250, ma con doppio di minuti ed SMS e metà dei GB: il costo è 9,95€ ogni 4 settimane (5,95€ per chi è cliente Fastweb casa) viene offerto:

  • 500 minuti
  • 500 SMS
  • 3 GB

Mobile Freedom

L’offerta che al prezzo di 14,95€ ogni 4 settimane (9,95€ per i clienti Fastweb casa) offre:

  • minuti illimitati
  • SMS illimitati
  • 6 GB

Non sono previsti penali in caso di recesso. Non ci sono vincoli di durata per la sim con Fastweb e il costo da sostenere inizialmente è per un totale di 20 euro comprensivo di 5 euro per l’attivazione della nuova sim e 15 euro come ricarica iniziale per sostenere anche il costo delle prime 4 settimane dell’offerta scelta.

Inoltre è attivo in automatico il servizio di Ricarica automatica: bisogna infatti comunicare a Fastweb in fase di attivazione un conto corrente bancario o carta di credito. Ogni mese quando sta per scadere la propria offerta, l’operatore avviserà con un sms, se rinnovate l’offerta regolarmente con ricarica telefonica classica non accade nulla. Se invece per qualche motivo non riuscite a ricaricare e il credito residuo risulti insufficiente, Fastweb preleverà automaticamente dal conto corrente o carta di credito il corrispettivo dell’offerta.

In questo modo il cliente avrà la garanzia di avere l’offerta scelta sempre attiva e Fastweb si garantisce la continuità dei costi dell’offerta.

SHARE

Lascia un tuo commento