Telecom ha annunciato un aumento della velocità delle reti mobili a partire dal prossimo Settembre 2017, cominciando da connessioni 4.5G e sperimentazioni in 5G a Milano e Torino. L’operatore telefonico italiano ha raggiunto una velocità di 1GB al secondo in download e di 130 Mega al secondo in upload, ma ha promesso di potenziare gli hotspot di queste due città del Nord Italia il prossimo autunno per dei risultati più interessanti e un avvicinamento alla quinta generazione. Un importante passo avanti per la Telecom che ogni giorno deve farei conti con un’ampia e potente concorrenza.

Tim velocità rete novità Milano e Torino
Il futuro di TIM è nella velocità della rete. Sperimentazioni in 4.5G a Milano e Torino, città futura del 5G.

Questo potenziamento previsto porterà ad 1GB al secondo per il download. “Dopo Milano e Torino potenzieremo le città dove già raggiungiamo i 700 Mbps – ha detto Giovanni Ferigo, responsabile tecnologia di Tim -. Sono Roma, Napoli, Palermo, più Taormina e Giardini Naxos per via del G7. Successivamente porteremo altre grandi città ai 700 Mbps”.

L’obiettivo della Telecom è aumentare la velocità della connessione in più di 1000 comuni italiani entro il 2020, anno in cui è stato deciso il debutto sul mercato delle cosiddette reti di quinta generazione per un traguardo sicuramente interessante nel settore. Il mondo cambia velocemente e con questo anche le tecnologie a disposizione, frutto di uno studio approfondito, esperimenti più o meno riusciti, e del coraggio delle persone che lavorano per portare a questi risultati.

Torino è stata scelta per questa iniziativa poichè si può considerare il laboratorio della Tim  per il 5G, utilizzando le small cell per la copertura mobile. Piccole antenne che sono state montate nelle zone calde della città piemontese, dove la gente si riunisce e si trova più spesso nell’arco della giornata. Piazze, centri commerciali, parchi e altri luoghi di ritrovo che registrano un grande flusso di gente ogni giorno.

Persone che hanno bisogno di connettersi per lavoro o per divertimento con il proprio smartphone e pc, pur essendo fuori casa. Attualmente a Torino già sono presenti 300 small cell che permettono di sperimentare i servizi di una smart city connessa in 5G con dei sensori capaci di gestire parcheggi pubblichi, sistemi idrici, la raccolta dei rifiuti e altre attività legate anche al mondo del turismo.

Molte città italiane avrebbero bisogno di un’ ondata di innovazione come questa, come Roma, Venezia, Napoli, ma la Tim spera di partire dal Nord per poi diffondere questa novità rapidamente al resto dell’Italia.

GUARDA ANCHE LE OFFERTE TIM DEL MOMENTO

A Milano intanto sono state montate le antenne di nuova generazione come ha confermato Ferigo: “Ce ne sono già un centinaio. Siamo in contatto con il Comune” ha detto. La rete 4.5G si basa sulla tecnologia Licensed Assisted Access promossa da Ericsson e prevede un piano di investimenti da circa 5 miliardi di euro che la Tim ha messo a disposizione per rinnovare la rete fissa e mobile a banda ultralarga.

Preme sull’azienda anche l’innovazione della fibra ottica, ma il ministro dello sviluppo Carlo Calenda ha affermato: “Io penso che concentrare gli investimenti su una sola infrastruttura sarebbe una cosa buona e giusta ma dipende dalla volonta delle parti ed è un ragionamento che resta teorico“, ha detto, quindi al momento “non è in agenda“.

Wind Fibra 1000

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here