Sono ormai mesi che qui su UpGo.news scriviamo di TIM, Vivendi e della ipotetica Golden Power da parte del Governo. Arrivano nuove voci sull’ ipotesi scorporo per la rete del gestore telefonico italiano. Eppure ad oggi nulla sembra essersi davvero concretizzato anche se si è entrati in una fase cruciale sulla partnership multimediale tra TIM e Vivendi per il Canale Plus italiano. Intanto Amos Genish l’attuale amministratore delegato dell’azienda telefonica ha voluto esprimere la sua posizione in merito all’ipotesi divisione della rete.

TIM
TIM. Vivendi non vuole lo scorporo della rete.

Per Genish una suddivisione in tante parti della rete TIM non è auspicabile nonostante l’intervento del Governo Italiano a riguardo ed ha escluso che ci siano richieste concrete in tal senso, ribadendo in maniera netta e decisa che TIM è e resterà assoluta proprietaria della sua rete.

Le dichiarazione dell’Ad di TIM hanno seguito, a a poche ore di distanza, le parole del Ministro per lo Sviluppo, Carlo Calenda, che aveva confermato come il Governo stesse pensando a un emendamento al decreto fiscale per quanto riguarda le sanzioni sulla golden power. Per il prossimo 14 novembre è attesa una risposta da parte di Agcom alla lettera del ministro Calenda sulla sulla fattibilità circa la societarizzazione della rete. (leggi: come vedere le partite di Seria A con TimVision)

Nel frattempo si è chiuso in positivo il terzo trimestre del gruppo con ricavi per 4,9 miliardi (+1,3%), un ebitda reported di 2,1 miliardi (-2,46%) e un utile di 1,03 miliardi (-30,9%) su quale hanno influito anche oneri non ricorrenti per 233 milioni. Il debito netto sale a 26,23 miliardi rispetto ai 25,12 miliardi di fine 2016.

TIM intanto ha confermato che non parteciperà all’asta per i diritti della Serie A ritenuti in questa fase cruciale di joint-venture con Canal Plus Italia troppo onerosi. TIM è comunque intenzionata, con Canal+, alla trasmissione delle partite di Serie A. Ma si procederà, con tutta probabilità, alla ricerca di partnership con altri broadcaster. Canal+ quindi potrebbe essere una piattaforma per veicolare le partite trasmesse, ad esempio da Sky pur non possedendo direttamente i diritti. Guarda Sky offerte online…

SHARE

Lascia un tuo commento