L’iniziativa Porta i tuoi amici in Vodafone sta per tornare dopo una sospensione forzata da parte del gestore dopo aver riscontrato una serie di irregolarità nell’accredito dei bonus ad alcuni clienti. Si trattava di irregolarità commesse dagli stessi clienti, probabilmente con la complicità di qualche rivenditore autorizzato. Vodafone ha quindi proceduto a non accreditare ai clienti più “furbetti” il bonus maturato con l’ iniziativa. Risolti i problemi e fatte le opportune verifiche, il gestore rosso ha deciso di proseguire con l’ iniziativa molto gradita.

Porta i tuoi Amici in Vodafone
Porta i tuoi Amici in Vodafone. Ritorna l’ iniziativa dell’ operatore Vodafone dedicata a chi passa a Vodafone attraverso un amico.

In alcuni casi Vodafone ha provveduto, proprio in questi giorni, a scalare dal credito residuo i bonus elargiti ai clienti scorretti.

Pare comunque che ad oggi Vodafone abbia risolto la problematica situazione e nonostante qualche difficoltà sia pronta riattivare l’ iniziativa speciale Porta i tuoi amici in Vodafone. Anche se al momento non si conosce il nuovo meccanismo che potrebbe essere ritoccato per evitare futuri comportamenti scorretti da parte di alcuni clienti.

Prima della sospensione partecipando a Porta i tuoi amici in Vodafone i premi erano questi: una ricarica gratuita di 20 euro per chi presenta gli amici, fino ad un massimo di tre. Mentre chi passa a Vodafone dietro invito riceveva 1Gb di internet mobile al mese per sei mesi.

Per coloro che hanno partecipato entro il 30 ottobre scorso sembra sia andato tutto liscio. I problemi sono nati dopo e quindi chi si è registrato in data successiva non ha potuto partecipare.

L’operatore intanto sta inviando un SMS con il quale informa gli utenti della revoca dei bonus ricevuti in maniera errata:

Gentile cliente, abbiamo verificato irregolarità nella partecipazione a Porta i tuoi amici. L’importo del premio ricevuto verrà quindi scalato dal tuo credito.

A breve quindi l’iniziativa sarà riattivata con le dovute modifiche e con nuovi bonus anche se al momento non si conoscono ancora i dettagli.

SHARE

Lascia un tuo commento