Quanto odiate le rimodulazioni tariffarie? Ecco che ne arrivano altre in casa Wind. Come già abbiamo avuto modo di raccontare, con il ritorno alla fatturazione mensile, gli operatori telefonici stanno applicando nuove rimodulazioni tariffarie. Wind applicherà, a partire dal 3 aprile 2018 delle variazioni ad altre offerte e servizi.

Logo Wind
Nuove rimodulazioni in casa Wind. Aumentano i prezzi delle tariffe “a consumo”.

Parliamo nello specifico di Wind Basic e Wind senza scatto. I clienti dell’operatore arancione stanno ricevendo in questo ore un sms informativo su Wind Basic che passerà dagli attuali 0,50 centesimi ogni 7 giorni a 2,17 euro ogni 30 giorni. Si tratta quindi dell’ormai noto aumento dell’8,6% su base mensile, ormai comune a tantissimi piani tariffari.

L’sms inoltre informa che è possibile praticare il diritto di recesso o cambiare operatore senza costi o penali entro il 2 aprile 2018, così come imposto dalla legge.

Il piano tariffario Wind Basic è a consumo ed è presente al momento dell’attivazione di una nuova sim e prevede un costo di 20 centesimi di euro al minuto per le chiamate verso tutti i numeri nazionali, senza scatto alla risposta e calcolati sugli effettivi secondi di conversazione. Gli sms hanno un costo di 29 centesimi di euro verso tutti.

Passiamo invece al già citato piano tariffario Wind senza scatto, che non è più attivabile ma la rimodulazione riguarda ovviamente coloro che lo hanno già attivato. Il costo passa quindi dagli attuali 0,19 centesimi di euro ogni 7 giorni a 0,82 centesimi di euro ogni 30 giorni.

Anche in questo caso l’sms che Wind sta inviando ai clienti informa della possibilità di effettuare il recesso anticipato o il cambio di operatore senza costi o penali entro il 2 aprile 2018.

Wind senza scatto, non più attivabile, ha un costo di 29 centesimi di euro al minuto senza scatto alla risposta e sugli effettivi secondi di conversazione. Gli sms hanno un costo di 15 centesimi di euro verso tutti.

Ovviamente Wind non imputa queste modifiche al ritorno alla fatturazione mensile ma bensi alla sopravvenuta esigenza di modifica del posizionamento dell’offerta sul mercato. Se così fosse sarebbe davvero un pessimo tempismo no? Guarda la copertura di Wind e le offerte Passa a Wind.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here