Wind Tre è intenzionata a proseguire nella strategia del doppio brand. Cambiano in queste ore importanti posizioni ai vertici. Segno che il nuovo AD, Jeffrey Hedbderg vuole dare nuovo slancio ai marchi della joint venture che nei primi mesi di attività, a seguito di alcune rimodulazioni, di qualche problema alla rete e del calo fisiologico di sim come valore assoluto, ha registrato un calo di oltre 1 milioni di sim attive.

Manager Wind Tre
Manager Wind Tre. Cambiano i vertici. Continua la politica del doppio brand con la nomina di due distinti responsabili.

Come detto, segno di una piccola crisi in casa Wind Tre ma anche di una generale tendenza alla diminuzione delle cosiddette “sim umane”.

A seguito del proliferare di bundle generosi e di offerte all inclusive, l’ utenza italiana sta progressivamente abbandonando la strategia della doppia sim per risparmiare affidandosi esclusivamente ad un singolo gestore. Ne consegue che un po’ tutte le telco subiranno un calo del numero di sim come valore assoluto.

Detto ciò i problemi di Wind Tre non sono solo questi. A seguito della fusione si sono susseguiti una serie di rincari molto poco graditi dai consumatori.

Ed inoltre, come chi segue UpGo.news quotidianamente sa bene, i competitor si stanno muovendo in maniera molto aggressiva con una serie di offerta winback e operator attack pensate appositamente per minare il primato di Wind Tre sul numero di clienti.

Ora però Wind Tre cerca di rafforzare entrambi i propri brand nella telefonia mobile, con un cambio ai vertici. Segno che la strategia del doppio brand, della quale abbiamo parlato ampiamente nel nostro Speciale: Telefonia e brand doppi continuerà anche nei prossimi mesi.

Alessandro Simoni e Ludovica Amodio ai vertici dei marchi Wind e 3

Alessandro Simoni a capo di Wind e Ludovica Amodio a capo di quello 3Italia. I due lavoreranno all’ interno del reparto Business Unit Consumer – Mobile Marketing. In pratica, un’ unica unità gestirà le politiche commerciali e marketing ma saranno due figure distinte a coordinare i lavori dei due brand.

Sinergia quindi, all’ insegna dell’ indipendenza dei brand. Almeno è così che Wind Tre intende affrontare il prossimo futuro. Con una concorrenza che diventerà agguerritissima con l’ arrivo del nuovo operatore Ho Mobile, pronto a sfidare anche Tim e Vodafone con tariffe stracciate e trasparenza totale verso il cliente.

Tra le nuove figure ai vertici della joint venture Wind Tre, anche Tommaso Vitali, al Mobile Marketing e Roberto Forte all’ Home Marketing. Tutta la Business Unit Consumer sarà invece in mano a Valerio Marra.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here