Tutto sommato, Wind Tre tiene. Nonostante alcune difficoltà post fusione il grande gestore nato dal matrimonio di quelli che prima erano due concorrenti si mantiene in testa. Il 30,4% delle sim italiane, hanno su stampato il brand Wind o quello di 3 Italia. Diversi colleghi in queste ore stanno riportando la notizia del sorpasso di Tim su Wind Tre, notizia in parte vera ma solo se si inseriscono nel conteggio le sim machine to machine, ovvero quelle inserite in apparecchiature elettroniche come antifurti o contatori della luce. Un mercato interessante, relativamente nuovo, sul quale Wind Tre è effettivamente ancora debole.

Wind Tre ancora leader
Wind Tre mantiene la leadership del mercato italiano, per quanto riguarda il numero assoluto di sim “umane”. Ma la perdita di clienti è importante. E manca ancora l’effetto Iliad.

Parlando di sim human, ovvero quelle utilizzate da persone in carne ed ossa, Wind Tre mantiene invece lo scettro di gestore con maggior numero di clienti. Conti però tutto sommato poco importanti, perché scollegati dai numeri veri, come l’ARPU, ovvero la spesa media che frutta ciascuna utenza. Inoltre, Wind Tre non ha troppo da stare tranquilla visto che comunque, in un trimestre, il gruppo perde ben mezzo milione di sim.

E dove sono finite queste sim scappate da Wind Tre?

Non in Iliad, o meglio non ancora. I dati giunti alla nostra redazione pochi minuti fa non tracciano Iliad visto che si occupano di fare una fotografia del secondo trimestre del 2018. Un segmento temporale nel quale Iliad è stata operativa giusto un mese. E così Agcom ha deciso per questa volta di non rivelarne i dati con esattezza.

Il successo più evidente è al momento, quello degli MVNO, settore che quindi tutto sommato mostra una certa vitalità nonostante l’arrivo di Ho e Kena, virtuali un po’ finti, perché in realtà controllati dalle grandi compagnie e che infatti vengono inseriti da Agcom nel dato del gestore madre. I clienti di Ho sono quindi dentro Vodafone e quelli di Kena (ad oggi circa 1,5 milioni) in Tim. Dato positivo del segmento MVNO anche per Fastweb Mobile, che continua al propria ascesa.

Tim è quella che si salva, grazie a Kena

Anche Vodafone cala, meno di Wind ma comunque in maniera evidente. Il gestore rosso totalizza meno 300mila linee, in un periodo dell’anno nel quale Ho Mobile ancora non esisteva. E infatti si salva dalla caduta generale dei big solo Tim. Il gestore nel secondo trimestre aveva già lanciato Kena Mobile che infatti funge da paracadute per la compagnia. L’ex monopolista, in questi giorni nei mari burrascosi del cambio di AD e della questione scorporo rete, perde solo 99 mila sim, una bazzecola al confronto del buco Wind Tre.

Leggi le offerte di oggi per passare a Tre

Rafforzare i marchi in attesa del ciclone Iliad

Nei prossimi dati sarà evidenziato l’effetto di Iliad nella telefonia. E c’ è chi pensa che a soffrirne sarà sopratutto Wind Tre.

Il primo operatore del Paese dovrà continuare a lavorare sul potenziamento della rete che in questi mesi ha creato non poche difficoltà. Ma soprattuto, sul potenziamento dei brand. Wind con una vocazione ai clienti più attenti alla spesa e 3 sul quale la società vuole dedicare gran parte delle proprie energie per moltiplicare la percezione dell’effetto innovazione, valore essenziale del brand 3.

Discuti questa notizia con noi, nel Gruppo Facebook dedicato a Wind Tre >

1 commento

  1. Non è la concorrenza a far scappare i clienti, è il servizio inesistente.
    Parlo per esperienza personale …. un router saponetta brandizzato non funziona … il negoziante impiega una mezz’ora per capire che non funziona e lo manda in manutenzione dovevresta due mesi e torna indietro con lo stesso problema … poi un concorrente mi suggerisce di premere il tasto reset ….
    Poi mi mettono la fibra … bene a pagin xxx è descritto come attivare la funzione nas (per archiviare documenti) non funziona … assistenza nulla dal gestore perchè ..loro assistono solo per la connessione, nulla dal fabbricante perchè il prodotto è stato modificato. Poi … non funziona la parte voce …con calma arriva l’assistenza dopo tanti giorni e senza alcun preavviso da remoto entra nel router e lo resetta superando le password messe per evitare ingerenze.
    Insomma un prodotto formato da tanti pezzi che messi assieme sono inutili.
    Dal 2019 … sarà vietato fornire baracchette modificate …… era ora.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here