Missione compiuta per la fusione Wind Tre. Arrivano oggi le parole del nuovo AD Jeffrey Hedberg che lo scorso giugno è subentrato a Maximo Ibarra. La cura Hedberg fa bene a Wind Tre che al 30 settembre 2017 centra tutti i propri obiettivi confermando la leadership assoluta nel mercato della telefonia mobile.

Wind Tre
Jeffrey Hedberg. Missione compiuta per la fusione Wind Tre. Dati positivi a nove mesi dal matrimonio. E intanto la joint venture si prepara al network parity con Tim e Vodafone

Tutti i principali indicatori sono in crescita. Balzo in avanti per i clienti internet mobile con un più 12%. Crescono, in maniera più misurata i ricavi dal comparto fisso (+1,2%) ma traina la crescita del gruppo anche la banda larga con ricavi che segnano un deciso +7,2%. Il margine operativo lordo nei 9 mesi di Wind Tre spa è a 1.619 mln (+2,9%)

I primi nove mesi del merger Wind Tre sono quindi tutto sommato andati bene, nonostante le forti pressioni date dalla nuova guerra dei prezzi nella telefonia mobile. Una battaglia che tende al low cost, con offerte winback sempre più aggressive e promo operator attack – da parte in particolare di TIM – che per tutto il 2017 sono state indirizzate principalmente contro Wind Tre, oggi operatore numero uno per sim attive. La contrazione però dovrebbe proseguire ed intensificarsi nel 2018, quando entrerà nel mercato il nuovo operatore di Iliad. Era quindi necessario per Wind Tre completare le principali operazioni della fusione per tempo, così da affrontare la sfida in qualità di solido e forte protagonista del mercato delle tlc.

Wind Tre continua nella sua impresa di miglioramento della rete con la grande operazione di swap dei siti per opera dei cinesi di ZTE. Anche l’ integrazione tra le reti Wind e Tre procede spedita e sempre l’ AD della compagnia ha promesso, solo pochi giorni fa, che entro 12-18 mesi la nuova rete sarà la migliore d’ Italia in termini di copertura e prestazioni. Il gruppo supererà quindi lo storico gap del network rispetto ai due incumbent Tim e Vodafone.

E anche sull’ ultra broadband Wind Tre prosegue la collaborazione con OpenFiber. Alle 13 città dove è già presente la rete Fiber To Home se ne aggiungeranno presto altre, al fine di raggiungere 271 grandi località coperte dalla rete super veloce di Wind Tre.

Con Open Fiber anche la sperimentazione della nuova tecnologia 5G. L’ asta per le nuove frequenze, al netto delle turbolenze politiche, è prevista nel prossimo 2018 e le prime commercializzazioni potrebbero arrivare già tra il 2020 e il 2021. Ovviamente, oltre alle reti, si dovranno attendere le prime mosse dei produttori di device per l’ economia di scala necessaria per produrre nuovi modelli dal costo accessibile. Con OpenFiber, WindTre si porta avanti e in questi mesi ha sperimentato le potenzialità del 5G a Prato e L’ Aquila, in accordo con un apposito bando del Ministero dello Sviluppo Economico, competente in fatto di telecomunicazioni.

Gli sviluppi della rete unica Wind Tre

Chi segue abitualmente UpGo.news, conosce le tante operazioni che vi stiamo puntualmente riportando relative all’ upgrade delle reti Wind e 3. Se non volete perdervi i nostri aggiornamenti e le nostre notizie vi invitiamo ad unirvi alla nostra community Facebook. Molti siti sono già stati aggiornati da ZTE. Un lavoro enorme che, ovviamente, è anche causa di temporanei disagi all’ utenza. Ad oggi però, l’ importante operazione già porta i primi concreti benefici alla clientela finale. Wind Tre ha investito in questi nove mesi la cifra record di 740 milioni di euro, tutti impiegati per il potenziamento del network, sia sul mobile che sul fisso.

Sempre secondo Hedberg, il consolidamento della rete sta già facendo registrare elevate performance in molte città italiane. Un netto miglioramento quindi della copertura e della qualità del servizio offerto.

Di seguito le parole di Jeffrey Hedberg relative ai risultati Wind Tre:

“In questi primi 9 mesi del 2017, l’EBITDA è cresciuto e sono soddisfatto dei risultati sin qui raggiunti nella realizzazione di tutti gli obiettivi legati alle sinergie della nuova società. Nonostante la pressione competitiva sui prezzi, manteniamo saldo il nostro focus per raggiungere una posizione di leadership in tutti i touchpoint rivolti al cliente e acceleriamo ulteriormente la crescita verso la convergenza. Investiamo significativamente, inoltre, nella modernizzazione della nostra rete, dei sistemi e dei servizi al cliente con l’obiettivo di consolidare il nostro impegno verso i consumatori e di affrontare con successo le nuove sfide della rivoluzione digitale. Crescita dei margini e free cash flow saranno i nostri obiettivi per il futuro”.

Il sogno della network parity con Tim e Vodafone

Gli importanti investimenti messi sul tavolo e la lunga partnership con ZTE rendono le recenti parole di Jeffrey Hedberg più concrete. Il nuovo AD riporta in alto l’ obiettivo della network parity della sua compagnia, sogno da sempre inseguito da Wind, negli anni in mano a diverse proprietà.

Il primo fu probabilmente l’ egiziano Sawiris che uno volta preso il controllo della Wind acquisita da Enel, si dichiarò un convinto sostenitore di un terzo gestore con una rete estesa e potente almeno quanto gli altri due big. Parole però che rimasero solo nelle dichiarazioni alla stampa. Visto l’ indebitamento del socio egiziano, alla fine Wind non solo non recuperò la distanza ma perse ulteriore terreno negli anni d’ espansione del 4G.

Oggi il progetto è decisamente più concreto e il ritmo di aggiornamenti e nuove installazioni di BTS e Node-B è davvero importante. Un deciso cambio di direzione a vantaggio dei clienti di entrambi i brand che, ricordiamo, resteranno, almeno per il momento, separati e concentrati su differenti target di clientela.

Sempre di recente, il marchio Wind, principalmente rivolto alle famiglie, ha conquistato il primato, tra gli operatori telefonici, come miglior servizio al cliente nella rete vendita. Una certificazione arrivata dall’ autorevole Istituto Tedesco di Qualità e Finanza.

FONTE

SHARE

2 commenti

    • Presto faremo anche di più 😉 Proprio sul tema rete Wind Tre sta arrivando una bella sorpresa. Continua a seguirci Flash 🙂

Lascia un tuo commento