Qualche debito da risanare (qui trovate i dettagli in merito) e qualche iniziale difficoltà nell’ integrazione delle reti e con il nuovo roaming nazionale Wind. Parliamoci chiaro. Forse non tutto è andato nel verso giusto nel processo di integrazione. Ma ora in Wind Tre si vuole cambiare marcia. E si parte da un dato molto positivo: la soddisfazione della clientela presso gli store del gruppo che sembrerebbe essere al top. Fiore all’ occhiello di Wind Tre è quindi proprio quella rete vendita che forse più di tutti lamenta il clima di incertezza per il futuro. Continueranno ad esistere negozi distinti Wind e 3? E per quanto tempo ancora?

Wind Tre novità
Wind Tre. La rete vendita riceve un importante riconoscimento mentre i dati di AGCOM segnano un saldo negativo nelle number portability.

Arrivano notizie positive e confortanti in Wind 3, per quanto riguarda la soddisfazione del cliente presso i vari rivenditori autorizzati della joint venture.

Secondo lo studio I Migliori in Italia – Campioni del Servizio condotto dall’autorevole Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, è stato rilevato che almeno 7 clienti su 10 sono rimasti molto soddisfatti dal servizio ricevuto dai negozi WInd. Il dato emerge da una approfondita ed estesa ricerca basata su oltre 133.000 giudizi espressi dai consumatori in 89 settori dell’economia italiana.

Un riconoscimento che non è certamente poca cosa in un discorso più ampio di immagine per un’azienda che nei mesi scorsi ha visto vacillare parecchio la fiducia di molti clienti. A essere premiati in questo caso sono la chiarezza, la trasparenza nell’esposizione e le offerte indirizzate ai clienti.

In questo momento preciso l’azienda guidata da Jeffrey Hedberg, è presente sul mercato mobile in Italia con 31,3 milioni di clienti pari ad oltre il 37% di market share e seconda in quello del fisso con circa 2,7 milioni di clienti al 31 dicembre 2016.

In quest’ottica, comunque molto positiva e significativa, si inseriscono i dati Agcom aggiornati al giugno 2017 (che analizzeremo più nel dettaglio in un prossimo post qui su UpGo.news) che assegnano a Wind-Tre ancora il primato del maggior numero di sim attive sul territorio italiano con il 32,1% delle quote, seguono a ruota Tim e Vodafone.

In generale, le sim attive in Italia risultano in totale 98,9 milioni di linee mobili, un dato in crescita anche grazie alle cosiddette sim M2M ovvero Machine to machine, quelle che si utilizzano per far funzionare gli oggetti smart.

Come accennato, TIM e Vodafone seguono a ruota con una differenza comunque minima se si considerano sempre anche le sim M2M.

Rispetto all’anno scorso, è però diminuito il numero di SIM totali di Wind Tre (saldo negativo pari a -411.000 unità) e Vodafone, mentre è aumentato per TIM (+238.000) e per gli operatori virtuali.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here