Wind Tre, non è tutto oro quello che luccica. Nelle scorse ore sulla nostra Pagina Facebook abbiamo chiesto opinioni sul nuovo roaming nazionale di Wind aperto ai clienti di 3 Italia. L’ impressione generale è nettamente positiva. Gli utenti 3 difatti possono oggi godere di una copertura senza eguali, costituita dalla rete nativa 3, quella della sorella Wind e, fino all’ estate, il già conosciuto roaming TIM.

Wind Tre problemi alla rete
Wind Tre. Problemi con il nuovo roaming nazionale? Le segnalazioni arrivate alla redazione di UpGo.news

Diciamo quindi che dal punto di vista della telefonia tradizionale (chiamate ed sms) 3 oggi non ha eguali in termini di copertura totale, potendo contare sull’ utilizzo di ben tre reti nazionali. Resta però qualche problemino sul fronte della connettività dati.

E’ vero che oggi 3, finalmente, può utilizzare i dati compresi nei bundle anche sulle reti di Wind e di TIM senza costi aggiuntivi. Ma è anche vero che presto la rete TIM sarà chiusa ai clienti di 3 e che la rete arancione è senza dubbio, in questo momento, meno potente e veloce di quella nativa 3 Italia.

Il problema sorge proprio sulla gestione della doppia rete 3 – Wind. Ormai il roaming nazionale Wind è attivo quasi in ogni parte del Paese. L’ apertura sarà completata entro giugno ed entro luglio sarà accessibile l’ agognato 4G anche su Wind.

Qualche cliente però segnala problemi relativi alla gestione delle priorità da parte di sim e smartphone. I tecnici 3 hanno aggiornato in remoto le sim dei clienti, impostando una forte priorità alla rete di Wind. Il network Wind dovrebbe quindi subentrare subito nelle aree, non poche, dove la rete 3 ha difficoltà di copertura. Sicuramente il roaming (che stavolta è di casa) arriva molto prima di quello di TIM.

A quanto pare non tutti gli smartphone si comportano ugualmente in questa situazione e non in tutte le aree questa gestione avviene in maniera corretta. Qualche utente segnala di essere in maniera persistente sotto rete Wind anche quando la rete 3 copre tranquillamente la zona. L’ effetto è ovviamente un calo delle prestazioni di connessione, con una rete Wind oggi decisamente più soggetta al problema della saturazione.

Insomma, con il doppio network ed una priorità eccessiva data a Wind, ci si potrebbe trovare a navigare su una rete congestionata (quella Wind) pur avendo a disposizione una rete non capillare ma straordinariamente efficiente (quella 3).

Come dicevamo comunque, il problema sembra gestito in maniera diversa anche dai diversi smartphone e dai differenti sistemi operativi. I Samsung Galaxy sembrano infatti in alcune zone particolarmente legati alla rete Wind, rifiutandosi di tornare a 3 anche quando la copertura diretta è buona.

Qualche problemino che è giusto segnalare ma che non eclissa i buoni risultati in termini di copertura determinati dalla fusione tra 3 e Wind. Probabile che i tecnici stiano lavorando per aggiustare il tiro. E poi altri grandi cambiamenti li vedremo già entro l’ anno, quando nelle grandi città si inizierà a parlare di rete unica Wind Tre. A quel punto, il codice rete 3 sarà totalmente abbandonato e i clienti della joint venture non avranno più problemi di passaggi da un network all’ altro.

Insomma, in definitiva, stiamo parlando di una situazione estesa ma fondamentalmente provvisoria. Utile semplicemente a lavorare su quel grande network che promette la copertura di oltre il 90% della popolazione italiana in 4G già entro quest’ anno.

Un piano che noi di UpGo.news riteniamo forse anche troppo ambizioso, vista la lentezza finora registrata sull’ implementazione della tecnologia LTE. Ma siamo pronti a ricrederci. Da quello che sappiamo, ZTE, vendor che ha l’ appalto totale per la progettazione della nuova rete, è già a lavoro e potrebbe stupire in termini di rapidità.

Nel frattempo, vi invitiamo a segnalarci eventuali disservizi dovuti alla fusione Wind 3 e al nuovo roaming nazionale. Potete utilizzare gli spazi commenti presenti dentro ogni post di UpGo.news oppure la nostra pagina Facebook, sempre molto attiva.

1 commento

  1. Ecco appunto…. Roaming 3 su una rete WIND famosa per non essere già performante di suo…. e nettamente inferiore in termini di qualità per il 4G…. risultato: Una rete vasta ma satura… clienti wind+3 + utilizzo da parte del nuovo operatore Iliad che ha concessione di uso roaming per 5+5 anni….. o implementano velocemente la rete o collasserà

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here