Wind Tre ha deciso di scommettere sui giovani proprio in un momento nel quale prosegue, purtroppo, la crisi occupazionale. L’azienda cerca di andare contro tendenza e ha infatti avviato il programma On Stage composto da tirocini della durata di 6 mesi. Previsto anche un rimborso di 800 euro per i partecipanti composti da laureandi e laureati fino a 26 anni di età e da meno di 12 mesi.

Wind Tre stage
Wind Tre punta tutto su giovani e innovazioni. Ecco gli appuntamenti della joint venture su formazione e lavoro.

Dopo una prima fase composta soprattutto da una serie di giornate formative come il Welcome day, il Wind Music Awards e il Personal Branding day, dove i partecipanti hanno potuto cominciare ad osservare e conoscere da vicino una grande azienda italiana con la forte vocazione al cambiamento e all’ innovazione.

La seconda fase entrerà nel vivo con una serie di incontri mensili durante i quali i partecipanti potranno imparare a capire le loro capacità, le loro caratteristiche e metterle in atto attraverso una serie di compiti da svolgere sul pratico.

Il programma ha il compito di valorizzare e stimolare l’entusiasmo e l’adattabilità a diverse situazioni lavorative contemporanee.

Per partecipare al programma è già possibile inviare la propria candidatura attraverso il sito www.windtre.it nella sezione People&Careers, i posti disponibili sono appena 25 per le sedi di Roma e Milano.

Il processo di selezione prevede 3 step: una prima fase di test on line seguita da una giornata di valutazione di gruppo in azienda e, infine, uno o più colloqui individuali con addetti alle risorse umane e Manager di Linea.

Come ha spiegato Massimo Angelini, direttore PR di Wind Tre, il mondo del lavoro sta cambiando soprattutto nel settore tecnologico e dell’innovazione creando nuove figure professionali anche per i giovani.

Professioni come data scientist, e-commerce manager, digital offer sempre più ricorrenti in molte aziende non solo italiane.

Angelini si sofferma poi su questi nuovi modelli professionali e su come Wind Tre si stia concentrando sempre di più in quella direzione:

i progetti “Wind Tre Factory” e “Wind Business Factor” di Wind Tre ne sono un esempio. In generale, occorre che il sistema istruzione sia più vicino al mondo del lavoro. Servono nuovi contenuti nella didattica per formare le competenze del prossimo futuro. Recentemente, Wind Tre ha avviato anche il programma di Internship ‘OnStage’ per giovani laureati e laureandi e sta per lanciare la ‘Wind Tre Innovation School’ per formare gli studenti italiani su competenze innovative e trasversali per affrontare al meglio ‘il lavoro che cambia.

Altre grandi aziende italiane seguiranno questo esempio in un’ottica di investimento serio e concreto sui giovani del nostro Paese?

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here