Parte da Trieste la nuovissima rete unica Wind Tre. Quella super veloce, della quale, anche qui su UpGo.news, parliamo da mesi.

La joint venture, in questa ultima parte dell’ anno, torna a dare buone notizie e gli effetti dello storico matrimonio, iniziano ad intravedersi anche per gli utenti finali. In questi giorni, la nuova rete unica Wind Tre si accende a Trieste. Una piccola partenza in un territorio esiguo ma a brevissimo, gli upgrade saranno fruibili a Milano e Roma. E sarà, secondo Jeffrey Hedberg, tutta un’ altra storia.

Super rete Wind Tre
A Trieste, Roma e Milano arriva la Super Rete Wind Tre. Ecco cosa cambia con la nuova copertura del gestore.

Hedberg, AD della compagnia, già in occasione della presentazione dei dati dei primi nove mesi post-fusione aveva parlato del nuovo network e della copertura, tutta nuova, di Wind Tre. I lavori in corso da parte dei tecnici di ZTE procedono bene e l’ obiettivo è estremamente ambizioso e al tempo stesso concreto: avere, entro un anno, la migliore rete d’ Italia. Oltre al vetusto 2G, il nuovo network metterà l’ acceleratore sul sempre utile 3G, sul super veloce 4G e sarà già pronto per ospitare le future tecnologie del 5G.

La famosa quinta generazione che aprirà le telco al vero internet delle cose. La rapidità della rete permetterà di far comunicare non solo persone ma anche macchine, elettrodomestici, elementi di intelligenza artificiale. Visioni futuristiche che per il momento interessano poco i clienti dei due marchi Wind e 3, molto più attratti dall’ idea di poter navigare veloce e dappertutto. O quasi. L’ asta del 5G è prevista per il 2018 e per mettere in piedi un primo accenno di rete bisognerà attendere il 2020. Più concretamente, il 2022.

Ma intanto Wind Tre è vicina dal portare a casa uno storico risultato: quello del network parity. E noi, qui su UpGo.news, ne avevamo già parlato. E’ la vera meta del matrimonio tra i russi e i cinesi. Cambiare faccia e svestire i panni delle cenerentole del mercato, per cercare di competere a testa alta con Tim e Vodafone. Alla pari. E per farlo è necessario smarcarsi dalla storica condizione di inferiorità sul piano della copertura.

Una strategia costosa, per carità ma sul lungo periodo certamente vincente. E lo sanno bene quelli di Vodafone. Il gestore made in Uk, da almeno un paio di anni ha abbandonato la battaglia dei prezzi stracciati per concentrarsi sul comunicare il proprio value for money. In parole povere, vi facciamo pagare il giusto ma vi offriamo il 4G migliore d’ Italia. Il risultato è qualche sim in meno per il gestore rosso ma un ARPU (ovvero la spesa media del cliente) che fa invidia a tutti i competitor.

L’ alleanza Veon – Hutchinson vuole percorrere una strada analoga, come unica tattica efficace contro Iliad. I francesi, con Ho Mobile, giocheranno con le all inclusive, attorno, se non sotto, i 10 euro al mese. Prezzi risicati per creare margine. Ma ovviamente, come quarto in comodo, avranno lo svantaggio di una rete tutta da pensare e realizzare.

Wind Tre invece vanta oggi il maggior numero di postazioni in Italia. Ce ne sono alcune da cedere a Iliad Italia per la sua Ho Mobile. Altre invece, sicuramente ridondanti visto che coprono la stessa porzione di territorio. Ma al netto delle cessioni e delle sinergie, Wind Tre ha comunque un parco di siti almeno pari alla concorrenza. Una sconfinata collezione di BTS e Node B che però necessitano degli opportuni ritocchi. Il cosiddetto swap che i tecnici stanno per completare, come detto, anche nelle due grandi metropoli italiane. Roma e Milano, godranno a breve della super rete unica nazionale Wind Tre.

Come funziona la nuova rete Wind Tre

Nei mesi precedenti alla fusione, si sono inseguite le ipotesi relative al nuovo network. Roaming reciproco? Clienti 3 costretti a cambiare sim? Un unico codice di rete? Alla fine, ai piani alti di Wind Tre si è scelta la via della semplicità e della continuità. Le antenne della nuova rete, sono oggi in grado di emettere il segnale della rete 222-88 così come di quella 222-99. La tecnologia utilizzata si chiama ran sharing e permette ad un’ unica postazione di creare due network virtuali. Con il banale ma essenziale vantaggio, di continuare a vedere il nome del proprio operatore, Wind o 3, sul display del proprio smartphone. Senza dover cambiare nulla. Visto che i marchi, a quanto pare, resteranno separati.

Anzi, a dirla tutto, le postazioni della nuova rete sono già progettate per distribuire anche il segnale di Iliad – Ho Mobile. Il nuovo quarto operatore godrà infatti, per almeno un decennio, della possibilità di utilizzare la rete di Wind Tre. Accordi di ferro, presi davanti alla Commissaria Europea alla Concorrenza.

Quindi, ricapitolando, un’ unica grande rete, altamente performante, per ben tre codici operatore: il 222-88 di Wind, il 222-99 di 3 Italia e il 222-50 di Iliad.

L’ intervista

Delle novità ha parlato poche ore fa anche Benoit Hanssen, Chief Technology Officer di Wind Tre. Ecco i punti salienti del suo intervento ad AskaNews:

“Con gli investimenti disponibili stiamo rinnovando completamente la nostra infrastruttura, sostituendo tutti gli impianti radio con quelli di ultimissima generazione pronti per il prossimo step: il 5G.
Siamo impegnati a collegare tutti i siti con la fibra ottica in modo da sostenere la crescita del traffico dati e a trasformare le nostre piattaforme di servizio con la tecnologia cloud più flessibile e affidabile. Stiamo, inoltre, consolidando le due reti di Wind e di 3 per avere una nuova rete molto più performante. Il processo di consolidamento durerà per tutto il 2018: abbiamo iniziato dalle più grandi città ed in alcune, come Trieste, il progetto si è completato, garantendo ai nostri clienti una customer experience di assoluto livello. I primi risultati sono incredibili: miglioramento della copertura 3G, della copertura 4G indoor, e velocità dati più che raddoppiata”.

Altre Notizie su WIND TRE:

Rete Wind Tre a Roma, Milano e Trieste

2 commenti

  1. Scrivete:
    “Quindi, ricapitolando, un’ unica grande rete, altamente performante, per ben tre codici operatore: il 222-88 di Wind, il 222-99 di 3 Italia e il 222-99 di Iliad.”
    Non credo assolutamente che il codice operatore Iliad sia 222-99 bensì 222-50 anche perchè così sarebbe impossibile discernere fra due reti con lo stesso e medesimo codice nazione e operatore.

  2. Ciao Walter, in effetti era un refuso. Abbiamo corretto. La rete Iliad Italia è 222-50. Grazie per la segnalazione e continua a seguirci.

Lascia un tuo commento