Home » Risparmio » Energia » Bonus Luce e Gas 2023. Come averlo. Buone notizie

Bonus Luce e Gas 2023. Come averlo. Buone notizie

Giunti agli sgoccioli di questo 2022 e carichi di incertezza per il prossimo anno, moltissimi utenti cercano informazioni relative a come limitare i consumi energetici e, in linea di massima, su come risparmiare. Durante l’anno noi di UpGo, oltre ad occuparci di telefonia, fibra e pay tv, abbiamo dedicato qualche post anche al settore risparmio, presentandovi qualche gestore e dando consigli su come tagliare i costi delle bollette di gas e luce. Comunque in questo articolo vogliamo darvi un’ottima notizia, ovvero quella della conferma del bonus bollette per il 2023 con delle sostanziali e vantaggiose modifiche.

Come sempre la nostra mission è quella di spiegare in parole semplici quello che sembra difficile e quindi vi riassumiamo al massimo come funzionerà il bonus luce e gas 2023. Prima di proseguire nella lettura vi ricordiamo di iscrivervi al nostro canale Telegram per rimanere sempre aggiornati sui nostri contenuti.

📕 Il blog che state leggendo ora guadagna creando contenuti online utili ai consumatori. In questo libro disponibile su Amazon al costo di 11 euro vi raccontiamo come costruire da zero un blog in grado di generare entrate. Compratelo e fateci sapere cosa ne pensate!

Come funziona il bonus bollette?

Per chi non lo sapesse il bonus luce e gas è semplicemente uno sconto in bolletta per dare un aiuto concreto a tutte quelle famiglie più fragili nel pagamento delle utenze domestiche.

Queste tipologie di aiuti esistono da parecchio tempo e l’ultima manovra di Bilancio del governo Meloni (in fase di approvazione proprio in queste ore) ha modificato in positivo i requisiti per l’accesso al bonus per il 2023.

Infatti, se prima bisognava avere un ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) di massimo 12mila euro, ora si può accedere al bonus con un reddito di 15mila euro annui (resta invariato il limite dei 20mila euro per le famiglie con quattro o più figli a carico). Una misura questa che aumenterà sicuramente il numero dei potenziali beneficiari, circa 500mila famiglie in più secondo le stime dell’ARERA.

Come già detto, il bonus si traduce in uno sconto automatico sulla bolletta di luce e gas e viene calcolato sulla base di alcuni parametri tipo il numero dei componenti della famiglia (per il bonus elettrico) o in quale zona climatica ci si trova (per il bonus del gas). Questo appena descritto è il bonus definitivo da “disagio economico”, ma esiste anche quello da “disagio fisico” dove lo sconto è calcolato a seconda di altre variabili come la tipologia degli apparecchi elettromedicali necessari.

Sempre nella Manovra di Bilancio del governo Meloni, oltre a queste tipologie di bonus (possiamo chiamarlo ordinario), è stato confermato il bonus integrativo (in questo caso l’importo sarà deciso direttamente dall’ARERA sulla base dei fondi disponibili)

Come ottenere il bonus 2023?

L’ulteriore buona notizia, oltre a quella dell’aumento della soglia ISEE, è che (come per il 2022), anche per il prossimo anno per usufruire dei bonus luce e gas per il disagio economico non bisognerà fare nulla. Lo sconto infatti verrà accreditato direttamente in bolletta con apposita voce che identifica l’importo del bonus. L’unica cosa da fare è quella di presentare annualmente la Dichiarazione Sostitutiva Unica presso il proprio Comune, presso un CAF o direttamente sul sito dell’INPS attraverso il servizio dedicato (trovate le istruzioni qui).

Per quanto riguarda invece il bonus elettrico per disagio fisico occorre presentare un’apposita richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso un CAF. In aggiunta alla documentazione richiesta bisogna allegare un documento rilasciato dalla ASL che certifichi la situazione di grave condizione di salute con la relativa necessità dell’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il supporto vitale, il tipo di apparecchiatura utilizzato e le ore giornaliere di utilizzo e infine l’indirizzo presso il quale è installata tale apparecchiatura.

Ricordiamo che le nuove misure entreranno in vigore da Gennaio 2023, questo, unito al prezzo del gas che sta gradualmente scendendo, può far ben sperare in un inizio anno decisamente più tranquillo lato energia.

Come sempre vi invitiamo a utilizzare il box qui sotto per raccontarci le vostre esperienze. Avete già trovato questi tipi di bonus nelle vostre precedenti bollette? Cosa ne pensate dell’operato del Governo riguardo l’energia? Aspettiamo i vostri commenti.

Lascia un commento