Home » Blog Telefonia » Roaming nel Regno Unito dopo la Brexit. Si paga di più?

Roaming nel Regno Unito dopo la Brexit. Si paga di più?

Roaming Regno Unito Brexit

Dal 1 gennaio 2021 Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord escono dall’Unione Europea. Ma cosa cambia per la telefonia? Come cambia il roaming internazionale verso lo UK? Questo post fa parte della nostra serie dedicata alla telefonia estera.

Il roaming nel Regno Unito si paga di più dopo la Brexit?

Sì, in quanto il Regno Unito, uscendo dall’Unione Europea perde tutti i vantaggi dell’iniziativa comunitaria “Roam Like Home”. I gestori telefonici non saranno più obbligati a tariffe controllate e potranno applicare nuovamente costi aggiuntivi per il roaming in Inghilterra.

Quanto costa oggi il roaming nel Regno Unito?

È tuttavia possibile che pur senza le tutele legali degli accordi europei, il Regno Unito continui comunque ad essere tariffato in maniera “vantaggiosa” dai gestori telefonici per una loro libera scelta commerciale. Quindi, da subito, in termine di prezzi, nella pratica potrebbe cambiare poco. È bene, prima di un viaggio verso Londra, informarsi direttamente presso la propria compagnia.

La Brexit

Se dal 2017 tutta l’Europa è paese, riguardo al roaming Internazionale, L’Inghilterra essendo definitivamente uscita dall’Europa, dopo un periodo di transizione, non può più usufruire degli sviluppi Europei in tema telco.

Andiamo a vedere più da vicino cosa è avvenuto in Europa dal 2017 e cosa invece è accaduto nell’Inghilterra post Brexit. Fino al 2017 tutti coloro che volevano fare un viaggio in Europa erano costretti a disattivare il roaming dati dal proprio telefonino per non ritrovarsi a pagare cifre spropositate.

OffertaRecensioneAttivazioneTipo di offertaPrezzoIl nostro voto
IliadRecensioneAttiva IliadTelefonia Mobile9,99 euro10 su 10
Ho MobileRecensioneAttiva Ho.MobileTelefonia Mobile12,99 euro7 su 10
Kena MobileRecensioneAttiva Kena MobileTelefonia Mobile5,99 euro7 su 10
Sky WifiRecensioneVerifica Copertura FibraTelefonia Fissa29,90 euro8 su 10
 

Dal 2017 anno dell’entrata in vigore del Roam Like at Home, tutti i cittadini europei possono sentirsi liberi di telefonare e trafficare quanto voglio sui loro smartphone in tutti i paesi dell’ Unione Europea.

Dal 2017 sono state pian piano abolite le tariffe sul roaming e chi si ritroverà a viaggiare in terra Europea può sfruttare normalmente il piano tariffario che possiede. Tutte le compagnie telefoniche si sono adeguate ai tempi ed hanno così attivato il Roam Like at Home che si può sfruttare unicamente negli altri paesi dell’Unione Europea durante un viaggio.

Ovviamente il tempo di permanenza nel paese Europeo non d’appartenenza deve essere inferiore al tempo di permanenza del paese di origine, altrimenti possono aumentare le tariffe. L’utente non deve fare nulla, verrà inviato un sms per l’attivazione del Roam Like at Home e si potrà continuare a telefonare inviare messaggi e navigare con la propria tariffa.

Sono le stesse compagnie telefoniche ad agganciarsi al Paese di permanenza. Tutto automatico, semplice e comodo. Ma non nel Regno Unito

Roaming nel Regno Unito

Nel caso dell’Inghilterra la situazione è complessa, nel periodo della Brexit e di transizione, chi andava per affari o viaggi di piacere in Inghilterra ha potuto sfruttare anche in terra anglosassone il Roam Like at home.

Dal 1 Gennaio 2021 con l’uscita definitiva dell’Inghilterra dall’Europa la trafila e i permessi di vario genere sia per gli Inglesi che per chiunque voglia recarsi a Londra o dintorni, sono più complessi.

Rimanendo in tema comunicazioni, c’è poco da fare o da dire, nessuno può più utilizzare Il Roam Like at Home, nè gli Inglesi all’Estero ne tanto meno gli altri abitanti dei Paesi Europei che decidono di fare un viaggio negli UK.

Il diritto della gratuità voluta dall’Unione Europea è decaduto. Si tornerà a pagare per chiamare e navigare in internet. A quali costi? Questo varia a seconda delle compagnie telefoniche.

Il governo inglese vuole attivare tramite una nuova legge, il tetto massimo dei 45 pound. Superata la soglia dei 45 pound in più per il traffico negli altri Paesi l’utente sarà avvisato e subirà un rincaro delle spese.

Per gli Europei, a quanto pare la situazione è discordante, non tutte le compagnie vogliono far pagare nuovamente il roaming internazionale in Inghilterra, ma vi saranno delle spese in più e degli accordi che variano da gestore a gestore.

Quindi se siete prossimi a un viaggio in Inghilterra e avete bisogno di sapere quanto spenderete in terra anglosassone, non vi resta che consultare il vostro operatore telefonico per conoscere le agevolazione e i costi maggioritari sulla vostra tariffa all inclusive.

La storia negli altri paesi Europei invece non cambia, continuerete a viaggiare dall’Italia alla Francia alla Spagna ecc. ecc sfruttando la vostra personale tariffa all inclusive senza costi aggiuntivi, così come previsto dalla comunità Europea.

Leggi anche: la telefonia mobile in Spagna e la telefonia mobile in Francia

Lascia un commento