Home » Risparmio » Energia » Chi ha diritto al Bonus Luce 2023

Chi ha diritto al Bonus Luce 2023

Chi può richiedere il bonus luce 2023? Come avevamo preannunciato sul finire dell’anno, gli aiuti per contrastare il caro bollette sono stati confermati anche per il 2023 o perlomeno sicuramente per il primo trimestre del nuovo anno in quanto l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha reso noti gli importi riguardanti il Bonus Luce per i primi tre mesi del 2023. Vediamo in questo post di che importi si parla.

Nel caso foste interessati a tematiche riguardanti il settore telco (telefonia mobile e fibra), pay tv e risparmio, vi ricordiamo che potete seguire tutti i nostri contenuti iscrivendovi al canale Telegram UpGo.news.

In un precedente articolo avevamo approfondito la questione dei bonus per le bollette, spiegando quali sono le modalità per accedere e chi ne ha diritto. Per chi si fosse perso il post può recuperarlo da questo link, ma comunque ripetiamo brevemente cosa si intende per bonus luce.

Il bonus luce (come facilmente intuibile) è un aiuto che lo Stato italiano mette a disposizione per aiutare moltissime famiglie a pagare le bollette. Ovviamente occorre rientrare in determinati parametri per poterne usufruire, così come gli importi di cui si beneficia non sono uguali per tutti.

Chi ha diritto al Bonus Luce 2023
Famiglie con un tetto ISEE di 15.000 euro
Famiglie numerose con 4 o più figli e un tetto ISEE di 20.000 euro

Chi riceve il bonus luce, come si riceve e a quanto ammonta

Di fatto esiste un unico e imprescindibile fattore per poter accedere al bonus, ovvero quello di avere un tetto ISEE di 15.000 euro (nel 2022 questo limite era 12.000). Mentre per le famiglie numerose (con 4 o più figli) il tetto massimo arriva a 20.000 euro.

Anche sul fronte della modalità di ricezione la cosa è super semplice, in pratica non occorre fare assolutamente nulla, non bisogna compilare e presentare alcun modulo, non serve presentare richiesta poiché l’importo viene riconosciuto in modo automatico come sconto in bolletta. La sola e unica cosa da fare (ma quello si fa di solito ogni anno per un altro milione di motivi) è quella di presentare presso il proprio Comune (oppure presso un CAF) la Dichiarazione Sostitutiva Unica. Si può anche fare attraverso il sito dell’INPS seguendo queste istruzioni.

Ora veniamo alla parte più interessante, ovvero ma il bonus luce 2023 a quanto ammonta in termini di euro?

Come detto ad inizio articolo gli importi vengono decisi e comunicati dall’ARERA e al momento sono stati resi noti quelli per il primo trimestre del 2023.

Ricordiamo che le cifre sono diverse perché a determinare l’importo che effettivamente verrà scontato nella bolletta della corrente è il numero dei componenti del nucleo familiare.

Secondo quanto riportato da ARERA l’importo del bonus luce oscillerà tra 182,70 euro e 265,5 euro.

La variazione degli importi sarà così suddivisa:

  • per un nucleo familiare di 1-2 componenti il bonus ammonta a 182,7 € (60,9 euro al mese)
  • per un nucleo familiare di 3-4 componenti in bolletta viene scontato un importo pari a 236,7 € (78,9 euro al mese)
  • per un nucleo familiare oltre i 4 componenti l’importo del bonus è di 265,5 euro (88,5 euro al mese).

Chiudiamo questa veloce panoramica sul bonus luce 2023 ricordando che la misura per restare attiva per tutto l’anno dovrà essere rinnovata ogni tre mesi. Rimane invece in vigore per tutto il 2023 l’innalzamento del tetto ISEE. 

Come sempre utilizzate il box qui sotto per raccontarci le vostre esperienze. Lo scorso dicembre avete già trovato lo sconto nella vostra bolletta della luce? Che ne pensate dell’operato del Governo riguardo la tematica dei rincari energetici? Aspettiamo i vostri commenti qui o sul nostro canale Telegram.

1 commento su “Chi ha diritto al Bonus Luce 2023”

Lascia un commento