Home » Breaking News » Iliad, quando low cost significa anche qualità

Iliad, quando low cost significa anche qualità

Iliad si può amare?

Torniamo a parlare anche oggi di Iliad con un recap delle principali novità di questi giorni. Ieri abbiamo parlato di possibili e ideali novità natalizie in questo post ma al momento le tariffe confermate restano queste qui. Ma prima di addentrarci nell’articolo di oggi tutto dedicato a Iliad vi ricordiamo che è attivo il nostro Canale Telegram 4Fan.it esclusivamente riservato alle Iliad news e che potete scaricare anche la nostra app gratuita dal Google Play Store.

Continua senza sosta l’espansione di Iliad nel mercato italiano, una rivoluzione della quale scriviamo molto spesso e che abbiamo imparato a conoscere e ad amare.

Iliad su Telegram

Ebbene sì, amare un operatore telefonico, un sentimento o se preferite un’emozione che mancava da moltissimo tempo, forse dagli albori di Wind oppure dall’arrivo e dalla dipartita veloce di Blu, operatore mobile ricco di potenzialità e di idee scomparso però troppo presto.

Gli utenti ormai si erano arresi, da troppo tempo abituati a subire le varie angherie dei colossi delle telefonia italiana tra vincoli, costi nascosti, miriade di servizi e opzioni aggiuntive attivati più o meno all’insaputa.

Poi sono arrivati gli operatori telefonici virtuali che pur nel loro piccolo e al netto di diversi nomi scomparsi dal panorama italiano, hanno cominciato a rappresentare una piacevole differenza rispetto ai soliti grandi e al loro strapotere.

E alla fine è arrivata Iliad che sulla falsariga degli operatori virtuali ha saputo in qualche modo prendere da loro la filosofia della convenienza ma soprattutto della semplicità e trasparenza e farne un vero e proprio baluardo per avvicinare quei clienti da anni troppo insoddisfatti.

Gli operatori mobili virtuali in qualche modo hanno aperto la strada alla rivoluzione Iliad che l’ha saputa intercettare, farla propria e portare avanti la grande rivoluzione del low cost che spesso viene associata erroneamente alla scarsa qualità del servizio.

Pur ammettendo i problemi che a volte si hanno con la rete Iliad, ancora in via di completamento così come è ancora in via di completamento la rete unica di Wind Tre su cui si appoggia anche Iliad, in questo caso dobbiamo dire che il low cost fa rima invece con qualità.

Si può essere d’accordo o meno ma limando su costi eccessivi e sprechi vari, cercando di offrire ai clienti lo stretto necessario, eliminando servizi e opzioni spesso inutili e costose alla fine della fiera si può offrire un servizio di qualità a costi bassi o comunque molto contenuti, senza i vincoli o altri costi nascosti.

Iliad è un po’ l’eccezione che conferma la regola: il risparmio può far rima con guadagno alcune volte.

Intanto sul fronte operatori virtuali si attendono con una certa ansia CoopVoce che a breve diverrà Full MVNO (si spera sempre su rete TIM) e nel corso del 2020 il passaggio di Fastweb su rete Wind Tre in attesa del 5G quando invece diverrà a tutti gli effetti il quinto operatore mobile.

Parlando proprio di rete Iliad giunge proprio in questi giorni un’altra lieta notizia riguardante gli impianti attivati nelle ultime settimane che sono arrivati a quota oltre 1.300 sparsi sul territorio nazionale, un’accelerata davvero promettente e positiva sempre in linea con il piano strategico preannunciato diversi mesi fa dai vertici della compagnia.

Considerando anche i tanti piccoli e grandi intoppi ricevuti da alcuni comuni italiani che hanno cercato e ancora cercano in ogni modo di rallentare e bloccare nuovi impianti, (uno degli ultimi segnalati dalla stampa locale riguarda Pistoia) i risultati sono molto promettenti e certamente nelle zone dove queste antenne proprietarie sono già attivi i risultati si stanno già vedendo.

Ma prossimamente sono attese nuove importantissime installazioni di nuove torri proprietarie anche nelle città come Roma, Bergamo, Novi Ligure ma anche tanti altri piccoli comuni italiani. Gli investimenti sono ingenti ma sono necessari.

Procedendo sulla strada dell’implementazione che riguarda anche la rete commerciale, anche le installazioni di Simbox continuano ad aumentare.

In queste settimane infatti sono comparsi nuovi totem iliad da cui poter acquistare in totale libertà e autonomia la propria sim card anche in diversi punti vendita Unieuro.

Questa volta, la maggior parte delle nuove installazioni si è registrata in Calabria:

  • Centro commerciale Le Fontane di Catanzaro
  • Centro commerciale Le Vele di Soverato (CZ)
  • Unieuro di San Giovanni in Fiore (Cosenza)
  • Unieuro di Cirò Marina (Crotone)
  • Centro commerciale Gran Sasso di Teramo
  • Unieuro di Via dei Sampieri 92 a Roma
  • Centro commerciale Le Brentelle di Padova

Gli altri centri commerciali in cui sono presenti le simbox sono quelli Carrefour e supermercati Carrefour Market. Voi avete avuto modo di provarle in prima persona?

Vi ricordiamo inoltre che sul sito corporate di iliad, raggiungibile a questo indirizzo, è possibile consultare anche le offerte di lavoro che proseguono nella ricerca di altre figure professionali. La sezione é aggiornata costantemente.

Cosa ne pensate? Diteci la vostra nella sezione commenti qui sotto. Alla prossima.

12 commenti su “Iliad, quando low cost significa anche qualità”

  1. Purtroppo dopo un anno e mezzo non hanno risolto un problema di base: non perdere le chiamate quando si è in 4G. Spesso sono costretto a mettere modalità aerea e a toglierla per riavviare e svegliare il telefono dormiente su una rete che non mi permette di fare e ricevere chiamate. Purtroppo stessa situazione sia in provincia di Milano che in Puglia. Che dire, stando così le cose sto valutando di trasferire la mia linea su Kena oppure Ho.

    Rispondi
  2. Ho scelto Iliad proprio per la sua politica di onestà e trasparenza e sono d’accordo sul fatto che in questo caso low cost significhi anche qualità. Spero solo che la politica aziendale rimanga la stessa… per ora non posso far altro che ringraziare questo operatore.

    Rispondi
  3. Rimanici !!
    Io li ho salutati per sempre e sto benissimo in ILIAD. Il bello è che vodafone mi sta tempestato di messaggi chiedendomi di tornare con loro a 7 euro contro i 15 che ho sempre pagato precedentemente
    …ma allora mi ciullavano i soldi ?

    Rispondi
    • Hai ragione ti hanno sempre fregato come stanno fregando me , ma ancora x poco , non fanno niente x i già clienti. In questi giorni voglio passare anch’io a Iliad

      Rispondi
  4. Passato dopo anni da (quando era Omnitel) Vodafone a Iliad, personalmente girando mezza Italia per lavoro riesco comunque a trovarmi bene.
    Bene così.

    Rispondi
  5. Stufo della arroganza vodafone, sono ormai felicemente in iliad. Ammetto che copertura e velocità vodafone siano migliori ma sono anche traditori.dopo le rimodulazioni ti reinvitano a prezzi stracciati ma solo se esci e rientri…ma per quanto tempo?.esco e basta, fine dei giochi.

    Rispondi

Lascia un commento