Home » Blog Telefonia » Internet Tim sat: la connessione Telecom ora anche via satellite

Internet Tim sat: la connessione Telecom ora anche via satellite

Tim via satellite

Non arriva la fibra! Non c’è l’adsl! Nella zona in cui abitate non arriva il 4G di nessun operatore, e quindi siete “tagliati fuori” dal mondo! Certo è una condizione assai estrema, ma in un Paese come il nostro, ancora non pienamente digitalizzato, può comunque accadere. Abbiamo già parlato delle alternative all’ADSL quando si dispone di una buona copertura in 4G, oppure dei benefici di abitare in zone dove arriva la fibra ottica. Ma cosa succede se nessuna di queste tecnologie è disponibile nella zona in cui vivete? Un’alternativa c’è: Tim internet satellitare. Scoprite di cosa si tratta continuando a leggere il nostro articolo. Ma prima, se volete rimanere sempre aggiornati sui nostri contenuti, iscrivetevi al nostro Canale Telegram cliccando qui.

Cos’è e come funziona una connessione internet satellitare

La connessione internet di tipo satellitare non è una tecnologia recentissima, esiste già da svariati anni, e come altre soluzioni alternative alla fibra o all’ADSL, rappresenta una delle poche tecnologie utilizzabili in tutte quelle zone dove non solo non arriva la fibra, ma neanche la semplice ADSL oppure il 4G di vari operatori. Si parla di casi eccezionali, aree remote o rurali, dove la connettività è tipicamente problematica (queste zone sono chiamate digital divide). Quindi, svincolata dalle infrastrutture terrestri tradizionali, l’unica soluzione per avere accesso a internet a banda larga ad alta velocità è appunto la tecnologia satellitare.

La connessione satellitare utilizza, ovviamente, la connettività senza fili attraverso le infrastrutture di satelliti che gravitano attorno alla Terra.

Al giorno d’oggi i satelliti si trovano a circa 36.000 chilometri dalla superficie terrestre riuscendo a garantire un’ottima copertura e velocità della connessione, che spesse volte può superare la tradizionale ADSL.

Ovviamente il confronto regge solamente se parliamo di ADSL e non di fibra, poiché quest’ultima, dove disponibile sia con tecnologia FTTH (fiber to the home) sia in mistro rame, FTTC (fiber to the cabinet), offre velocità e stabilità di molto superiore al satellitare.

Generalmente una connessione di tipo satellitare riesce a raggiungere velocità in download di circa 50Mbps, contro i 20Mega di una normale ADSL. Attenzione però: non mancano i contro.

L’internet satellitare è comunque una tecnologia che funziona attraverso un sistema abbastanza complicato, creando quindi limiti sia nella velocità sia nella latenza.

Il segnale parte dal satellite, arriva quindi alle stazioni terrestri chiamate NOC (Network Operation Center), una sorta di enormi router che a loro volta trasmettono il segnale WiFi satellitare alla parabola e infine quest’ultima al modem ad essa collegato nelle vostre case.

Capite da voi che una simile struttura, per quanto tecnologicamente avanzata, sia abbastanza complessa.

Il viaggio che deve affrontare il segnale è piuttosto lungo: tutto ciò comporta un tempo di latenza della connessione molto alto, per questo l’internet satellitare è sconsigliato a chi gioca online oppure per fare videochiamate.

Oltre ai problemi della latenza, possono subentrare varie cause che potrebbero ridurre la velocità effettiva della connessione. Stiamo parlando di palazzi, alberi, montagne, e ancora agenti atmosferici avversi come forti precipitazioni e venti forti. Tutti elementi che potrebbero rendere poco stabile il segnale, influendo inevitabilmente sulla qualità della connessione.

Tuttavia, anche con i contro sopra citati, internet satellitare sembra essere ancora l’unica alternativa per portare internet in quelle zone un po’ problematiche (non solo d’Italia ma di tutto il mondo), tanto che grandi aziende come Google e Samsung, per citarne un paio, stanno investendo su questa tecnologia, cercando nuovi modi per ridurre i tempi di latenza e aumentare la velocità e la qualità della connessione.

Leggi anche: come funziona Starlink per internet via satellite

Quali operatori ci sono in italia per internet satellitare?

In italia esistono già da qualche anno alcuni operatori che offrono internet satellitare.

Quasi tutti hanno dei limiti, non consentono una navigazione flat, ma sulla scia delle offerte dei gestori telefonici, propongono dei pacchetti con un numero preciso di giga al mese.

Vi segnaliamo EuroBroadband, che offre pacchetti da 10, 30 o 75 Gb al mese con velocità fino a circa 15 Mega in download e 3 Mega in upload, oppure OpenSky con pacchetti simili ma velocità maggiori, circa 30 Mega in download.

Resta chiaro che stiamo parlando di offerte molto limitate, ma ribadiamo il concetto che queste soluzioni sono esclusivamente da prendere in considerazioni se davvero nella zona in cui vi trovate non arriva nessun tipo di connessione alternativa.

Anche perché questi pacchetti hanno dei costi elevati rispetto a una ADSL o ad una fibra; si parte da circa 35 euro al mese a cui si deve aggiungere il costo di installazione del kit satellitare. Vediamo ora l’alternativa Tim internet satellitare.

Tim Super Sat

Dopo una fase di test arriva anche il “big” degli operatori telefonici italiani nel mercato dell’internet satellitare con la sua offerta TIM Super Sat, sponsorizzata come la connessione via satellite per chi non ha alternative.

Finita la fase sperimentale tim si lancia in questo settore con un’offerta commerciale da 100 Giga al mese. L’offerta è sottoscrivibile sia nei negozi sia online, da nuovi clienti TIM che non beneficiano di altre tecnologie di rete fissa per la navigazione. Avrà un costo di 49,90 euro al mese per i primi quattro anni, poi il prezzo scende a 44,90.

Questo prezzo è riservato solamente se si utilizza l’accredito su conto corrente o su carta di credito, altrimenti TIM Super Sat costerà 54,90 euro al mese per poi passare a 49,90 euro sempre dopo i primi 48 mesi.

Da segnalare che, al contrario di altri brand, sono compresi nel costo mensile sia il kit satellitare (antenna parabolica e modem) sia l’installazione effettuata dal tecnico specializzato.

Il pacchetto tim internet satellitare nel dettaglio offre ai clienti 100 Giga di traffico dati ad una velocità massima di download di 100 Mbps, mentre l’upload è di 5Mbps. Se si esauriscono i giga si può continuare a navigare ma alla velocità ridotta di 4 Mbps per il download e 1 Mbps in upload.

La latenza dichiarata da TIM per questa offerta è di circa 600 millisecondi, a detta del gestore un ritardo “poco percepibile per la maggior parte delle applicazioni”.

Da sottolineare come questa offerta, così come successo durante la fase di test, sarà disponibile in tutto il territorio italiano ad eccezione della Sicilia e della zona Centro Sud della Sardegna.

E voi? Avete provato mai una connessione satellitare? Come vi siete trovati? Come sempre aspettiamo i vostri commenti nel box sottostante.

Lascia un commento